Floppy

WhatsApp: scatta l'età minima in Europa

In Europa scatta il divieto di utilizzo di WhatsApp per i minori di 16 anni. Entrerà in vigore dal prossimo 25 maggio.

Chiara Bazzurri Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Normativa europea per la tutela dei minori di 16 anni

WhatsApp, l'app di messaggistica più famosa e utilizzata al mondo, si adegua al nuovo Regolamento Europeo per la Privacy e aggiorna i suoi temini di servizio. 

Dopo Facebook infatti, anche WhatsApp si adegua per quanto riguarda l'utilizzo di Internet da parte dei minori e la loro tutela.

A differenza di Facebook, (proprietaria dell'app dal 2014) che ha deciso di estendere a tutto il mondo l'obbligo al consenso dell'utilizzo dei dati sensibili per i minori fra i 13 e i 15 anni, WhatsApp è intervenuta solo a livello europeo per quanto riguarda il limite per iscriversi e utilizzare l'app, decretando appunto il divieto ai minori di 16 anni.

L’art 8 della norma comunitaria impone alle piattaforme di raccogliere il consenso dei genitori per il trattamento dei dati dei minori di 16 anni. I singoli Stati potranno poi abbassare l’età a 13 con un’apposita legge (in Italia il decreto di adeguamento al Gdpr è stato approvato in via preliminare dal Consiglio dei ministri il 21 marzo. La palla adesso è nelle mani delle Commissioni parlamentari e del Garante).

WhatsApp non ha ancora reso noto come voglia raccogliere il parere dei genitori dei minori, se e come provvederà a bloccare o rimuovere gli iscritti con meno di 16 anni che non dispongono del consenso richiesto, e di come, una volta entrata in vigore la normativa, verificare l'età in fase di iscrizione.

Il Regolamento europeo sarà in vigore dal prossimo 25 Maggio.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Altro su #WhatsApp

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV