Notizie

Dal Giappone arriva il cuscino che parla e risponde alle tue molestie

Il cuscino che parla è in arrivo dal Giappone. La sua voce risponde ai tuoi abbracci e ti dice di smetterla se lo tocchi in modo molesto. Scopri come funziona.

FlopTV Autore:

Pubblicato:

I sogni degli otaku giapponesi stanno per diventare molto più dolci.

Un ricercatore di nome Kouchi Uchimura ha messo a punto un cuscino che parla e risponde (a voce) agli abbracci di chi lo possiede. Ovviamente, stampato sul tessuto c'è il disegno di un personaggio femminile degli anime giapponesi.

In modo molto appropriato, tutto è partito da un sogno: Uchimura voleva che il cuscino con cui dormiva potesse anche parlare.

Il cuscino che parla con la ragazza anime giapponesekotaku

Il suo desiderio, però, l'ha spinto molto più lontano. Il Nadenade Sensor che ha inventato si attiva grazie ad abbracci, carezze ed altri tipi di contatto corporeo.

Grazie al contributo di questa tecnologia, il cuscino è in grado di rispondere in modo appropriato ai diversi tipi di avance (e molestie) che gli vengono fatti.

I soggetti disponibili al momento sono addirittura tre. Rina Makuraba, Shion Kamitsuki e Shiho Natsuki ti parlano con voci diverse e conoscono la bellezza di 500 frasi a testa. Ognuna di loro ha una specie di personalità che potrai scoprire meglio tra una palpatina e l'altra. Eh già.

Due dei soggetti del cuscino che parla

Se le accarezzi nel modo sbagliato, ti diranno di tenere le mani a posto. Prosegui nel tuo intento malvagio o posa i palmi dove non dovresti, e loro cominceranno a lamentarsi e a rispondere in modo scontroso.

Alla fine, il cuscino arriverà ad esprimere il suo disappunto nel modo più diabolico possibile: ti terrà il broncio e smetterà di parlarti.

Non riesco a immaginare nulla di più cattivo del silent mode per chi ha acquistato una cosa del genere.

Prototipo dell'app per smartphone del cuscino che parla

Al momento il cuscino parlante è ancora in fase di sviluppo. Visto il numero di fan è molto probabile che il signor Uchimura proceda presto a implementare la seconda fase del progetto: una stuzzicante app per smartphone.

Poi, magari, arriveranno anche il vocabolario espanso e la possibilità di registrare nuove frasi. Chissà!

Ti è piaciuto questo video? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV