Floppy

Twitter raddoppia a 280 il limite massimo di caratteri

Twitter decide di sperimentare un nuovo limite massimo di caratteri, passando così da 140 a 280. Trovate tutti i dettagli nell'articolo.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Il logo di Twitter

Se il limite di 140 caratteri su Twitter è sempre stato un problema, è in arrivo una grande novità: potrete digitare fino a 280 caratteri per singolo messaggio!

L’annuncio, stando a The Verge, ci arriva direttamente da Twitter, precisando che non si tratta di una decisione definitiva ma di un esperimento, solo per alcune lingue:

Quando una persona twitta in lingua inglese o italiana è facile cadere nel limite dei 140 caratteri ed è dunque costretto ad accorciarlo in modo che si adatti perfettamente. A volte si finisce per cancellare una parola importante, di grande significato o si finisce per rinunciare al tweet. Ma quando un utente di lingua giapponese utilizza Twitter non ha di questi problemi, può esprimersi e avere ancora spazio a disposizione.

Fortunati quindi gli utenti coreani, giapponesi o cinesi, che possono comunicare il doppio delle nostre informazioni per ogni carattere scritto. Nella stessa situazione dell’italiano si trovano anche l’inglese, lo spagnolo, il portoghese, il francese e via dicendo.

Il limite di 140 caratteri è abolitoThe Verge
Addio limite di 140 caratteri!

Solo una piccola percentuale di tweet giapponesi raggiunge i 140 caratteri (0,4%). Nei paesi di lingua anglosassone invece il valore sale e raggiunge il 9% di messaggi di 140 caratteri totali. Mentre la media dei tweet giapponesi si aggira sui 15 caratteri, quelli inglesi si attestano sui 34. La nostra ricerca prova che il limite massimo di caratteri è uno dei principali motivi di frustrazione per gli utenti che scrivono in inglese. Lo stesso non si può dire per i giapponesi.

Twitter arriva poi al nocciolo della questione:

Abbiamo notato che quando le persone non sono costrette dal limite di 140 caratteri per i propri pensieri tendono a twittare di più.

L’obiettivo è quindi eliminare una barriera obsoleta, derivante dal limite di lunghezza di 160 caratteri per gli sms, in modo da facilitare la comunicazione. Basti pensare al numero di utenti presenti su Facebook, che si attesta sui 2 miliardi, mentre ne abbiamo 328 milioni su Twitter. Un rapporto di 6 a 1 confrontando i due canali social.

Le iniziali reazioni degli utenti non sembrano però troppo positive.

Nel caso in cui vi steste chiedendo perché il raddoppio a 280 caratteri è una cattiva idea, basta vedere come i messaggi sarebbero troppo lunghi per poter stare su Twitter.

Un altro utente la mette invece sul piano politico.

Non voglio svegliarmi la mattina se Trump è fra le persone che può digitare 280 caratteri come parte del test.

Gli addetti ai lavori sono però consapevoli che si tratterà di un grande cambiamento per gli utenti:

Siamo consapevoli del fatto che voi utilizzate da anni Twitter rispettando il limite di 140 caratteri. Ma vogliamo provare a fare questo esperimento, ci siamo resi conto di cosa sarà possibile raddoppiando i caratteri e ce ne siamo innamorati.

Dunque la creatura di Jack Dorsey e compagni è in costante ricerca di evoluzione. Staremo a vedere se questa mossa porterà a dei risultati.

E voi che ne pensate? Contenti del raddoppio?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Altro su #Social Network

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV