Ettore Wallemberg e Alessandro Kola, le altre facce di Centocelle Ink

Simona e Kimo tatuano Ettore Wallemberg e Alessandro Kola nel loro studio di Centocelle Ink.

Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Cravatta, camicia e Scarface. Ettore Wallemberg è entrato a gamba tesa al Devi Maha Tatoo per farsi tatuare da Simona e, mentre Kimo lavora per trovare uno spazio libero sul corpo del Kola, gli ospiti dello studio raccontano la borgata da loro punto di vista.

Culturale, politico e sociale è quello di Ettore Wallemberg noto per aver ritratto donne nude nei suoi dipinti.

Fra citazioni e aforismi l'artista poliedrico si sofferma sulle regole e la creatività della borgata; del viaggio picaresco verso le periferie raccontato anche da Pasolini; sui Bad Boys. Per concludere con una frase di Lévi-Strauss: "Non farti fare un tatuaggio da una persona che non ha più tatuaggi di te".

"Non puoi mai sapere ciò che basta, a meno che tu non abbia conosciuto prima l'eccesso" lo dice invece il Kola, un vero personaggio, la cui anima risplende sotto un tappeto di disegni fatti da amici tatuatori che hanno trasformato il suo corpo in una vera e propria opera d'arte piena di simboli, opere stilizzate e scar. Tatuato dalla testa ai piedi Alessandro ha scelto, fra i disegni del Kimo, un fiammifero, il simbolo internazionale dei 'bruciati'.

Chi sono?

Scopritelo in questa nuova puntata del documentario su Centocelle.

 

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Altro su #Kimo

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV