Mouse roventi

Uomo innocente scarcerato dopo 17 anni. Aveva un sosia

Richard Anthony Jones ha passato ben 17 anni in carcere per un fatale scambio di persona. Ecco però che, dopo tanti anni di ingiusta reclusione, presto respirerà aria di libertà.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

L'impressionante somiglianza fra i due "imputati"

Richard Anthony Jones ha passato ben 17 anni in carcere per un fatale scambio di persona. Secondo Jezebel però, grazie alla scoperta del sosia, a quanto pare il vero criminale che ha commesso il delitto, può finalmente respirare aria di libertà. Il “miracolato” Richard, dopo tanti anni trascorsi in galera ingiustamente, ha affermato:

Non credo nella fortuna, credo di essere stato benedetto.

Ricordiamo che l’uomo, detenuto per un’accusa di rapina in un parcheggio, si è sempre detto innocente malgrado la condanna a 19 anni di carcere. Tutti i suoi appelli finora erano risultati inutili, ma nel 2015 la svolta che cambierà in meglio la sua vita. In prigione circolavano voci di un suo sosia, col suo stesso nome, e per Richard dunque compare dopo tanti anni un barlume di speranza. Jones decide infatti di contattare il "Midwest Innocent Project", una organizzazione non governativa che offre assistenza legale alle persone condannate ingiustamente.

Ha affermato uno dei legali incaricati del caso:

Restammo sbalorditi dalla somiglianza.Tutti hanno un sosia, fortunatamente lo abbiamo trovato.

Effettivamente, dando uno sguardo alle foto, sembra di avere davanti agli occhi due fratelli gemelli. L’incarcerazione di Richard era stata stabilita sulla base delle sole testimonianze, niente test del Dna o delle impronte digitali, nonostante l’uomo avesse anche un alibi: era con la sua fidanzata al momento del reato.

L'impressionante somiglianza fra i due imputatiJezebel
L'impressionante somiglianza fra i due imputati

Nel processo finale di revisione i testimoni non sono riusciti a distinguere chi fosse il colpevole, dunque il giudice ha decretato la sua scarcerazione per assenza di prove.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV