Mouse roventi

Men in Black, Will Smith e Tommy Lee Jones non dovevano essere nel film

Barry Sonnenfeld, regista dei film di Men in Black, rivela: Spielberg non voleva Will Smith e Tommy Lee Jones nella trilogia.

Giulia  Greco Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Smith e Jones sono gli agenti J e K

Intervistato da The Huffington Post, in occasione del ventesimo anniversario della serie Men in Black, il regista Barry Sonnenfeld, ha fatto una shockante rivelazione: Will Smith e Tommy Lee Jones non dovevano essere nella trilogia degli Uomini in Nero!

Ma andiamo con ordine...

Prima che Man in Black riuscisse a vedere la luce, nel 1997, Steven Spielberg, tra i produttori del film, aveva le idee ben chiare sul cast: voleva Chris O'Donnell nei panni del protagonista, l'agente J. Sonnenfeld, però, la pensava diversamente.

A quel tempo, O'Donnell rappresentava una garanzia, conosciuto com'era per i ruoli in Scent of a Woman - Profumo di donna, I tre moschettieri e Batman Forever.

Spielberg desiderava che Sonnenfeld convincesse Chris O'Donnell a unirsi al cast del film, ma il regista aveva già in mente i due perfetti attori che avrebbero dovuto essere gli agenti J e K: Will Smith e Tommy Lee Jones.

Così, durante la cena programmata con O'Donnell, Sonnenfeld lo convinse invece a non accettare il ruolo. 

Sapevo di volere Will Smith, così ho detto a Chris che non ero un bravo regista, che non credevo che il copione fosse davvero buono, e che se aveva altri progetti non avrebbe dovuto accettare il ruolo in Men in Black. Il giorno dopo ci ha fatto sapere di non essere interessato.

Sonnenfeld è riuscito nel suo intento, organizzando un incontro tra Smith e Spielberg a New York.

Per il secondo ruolo, i produttori esecutivi volevano invece Clint Eastwood, ma Sonnenfeld però credeva che Tommy Lee Jones fosse più intimidatorio.

Io e Tommy andavamo molto d'accordo e sapeva che si sarebbe divertito con me.

Sonnenfeld, inoltre, ha detto di aver sempre apprezzato la chimica tra Smith e Jones, paragonandola a quella tra  Cary Grant e Katharine Hepburn, o George Burns e Gracie Allen, oppure, ancora, Jerry Lewis e Dean Martin. 

Vuoi vedere insieme il ragazzo buffo e quello più pacato. Cary Grant è brillante nel comico perché non cerca mai di essere divertente.

Ha concluso il regista di Men in Black.

Il resto è storia.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV