Mouse roventi

Marilyn Manson, i cittadini in preghiera contro il concerto a Verona!

Le polemiche contro il concerto di Marilyn Manson a Verona non si placano: il Vescovo Zenti ha sollecitato i fedeli a riunirsi in preghiera contro il cantante.
Marilyn Manson in posa.

Da quando è stata annunciata la data italiana del tour di Marilyn Manson a Verona, le polemiche dei cittadini veronesi si sono susseguite in nome della fede e del buon gusto. Pensavamo che il culmine si fosse raggiunto dopo le 2700 firme di una petizione per annullare il concerto del cantante, e invece, proprio ora, la polemica infiamma più che mai.

La parola è stata data al Vescovo di Verona, Giuseppe Zenti, che ha invitato i fedeli a combattere il Male incarnato nella persona di Marilyn Manson, a suon di rosari e gruppi di preghiera.

Il Sindaco di Verona è invitato ad assumersi le proprie responsabilità. Il signor Manson è un demente, ancor prima che sacrilego, è il diavolo ed un bruciatore di Bibbie. La Bibbia bruciata è qualcosa per cui dovrebbero insorgere tutti i cristiani.

A difesa del cantante, come al solito, non si sono fatti attendere il Sindaco di Verona, che ha accusato il Vescovo di "infiammare gli animi dei cittadini, rischiando di creare seri problemi di ordine pubblico con tutti i matti e i fanatici che ci sono in giro" e i fan di Manson, che affermano come musica e religione siano due attività molto differenti e che non andrebbero mischiate, e che il cantante non ha bisogno di queste proteste ma bisognerebbe, piuttosto, stargli vicino, avendo da poco perso il padre.

Siamo sicuri che fino al 26 luglio, data del fatidico concerto, ne vedremo ancora delle belle.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV