Mouse roventi

La startup olandese che vuole addestrare i corvi a pulire le strade

Due ricercatori olandesi hanno trovato un modo a dir poco insolito per pulire i parchi dai mozziconi di sigarette. Addestrare dei corvi e trasformarli in spazzini per fare il lavoro sporco!

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Un corvo che porta una sigaretta

Preoccupati dal numero spropositato di cicche di sigarette gettate nei parchi di Amsterdam, due ragazzi olandesi hanno elaborato un piano a dir poco bizzarro per diminuire la sporcizia presente.

La soluzione? Ma “ovviamente” addestrare dei corvi per prelevare le suddette cicche e scambiarle per delle gustose ricompense.

Utilizzare dei robot al posto dei neri volatili si è rivelato troppo complicato, per questo Ruben e Bob si sono concentrati su di una delle specie più comuni della zona. I piccioni sono sì gli uccelli più diffusi in tutto il mondo, ma una ricerca ha rivelato che essi non sono poi così intelligenti, o almeno non lo sono quanto i corvi che, secondo un altro studio accurato, sono una delle specie animali più intelligenti del mondo!

La Crow Box e un corvoOddity Central
Il corvo si dirige alla Crow Box

È stato infatti provato che i corvi sono in grado di comprendere le situazioni, pianificare una strategia, creare e infine utilizzare degli strumenti per arrivare ai loro scopi. Possono imparare le cose guardandosi intorno, manipolando gli umani per farsi aiutare e alcuni sono perfino capaci di contare. Il loro quoziente intellettivo è pari a quello degli scimpanzé, dunque sono perfetti per lo scopo di Ruben e Bob.

A supporto del loro progetto hanno avuto a disposizione anche la Crow Box, un progetto di Joshua Klein, che serve per insegnare ai corvi a scambiare delle cose che trovano con delle noccioline, lo stesso è possibile ovviamente scambiando delle sigarette per un lauto pasto.

Il primo passo consiste nel far associare al pennuto la cicca di sigaretta con il premio. Per fare ciò, bisogna immettere il cibo nella Crow Box soltanto quando il corvo arriva nei pressi di essa portando il mozzicone. In questo modo sarà incentivato a portare altri mozziconi nei pressi del giaciglio in cambio di cibo. Una volta riusciti in questo, il volatile sarà motivato a portare altre cicche, ripulendo così i parchi invasi dalle sigarette.

Il Corvo di Brandon LeeBrandon Lee
Un noto corvo spazzino

Per chi chiede se ci sono effetti negativi per i poveri corvi nel portare col becco le sigarette, i due olandesi rispondono così:

L’effetto nocivo sui corvi è minimo. Un piccolo prezzo da pagare per la natura in cambio di un ambiente più pulito. Nel caso però in cui ci rendessimo conto che questo lavoro è troppo dannoso per i pennuti, interromperemo le nostre ricerche.

Il Prof. John Marzluff, esperto a livello mondiale di corvidi, pensa che l’idea di Ruben e Bob sia geniale:

Sono certo che i corvi possano davvero imparare ad essere utili. Apprendono velocemente se premiati per le loro azioni. Spesso questi volatili rubano le sigarette agli umani per poterle utilizzare come insetticidi per i loro nidi. Dunque, in un certo senso, sono già abituati a portare sigarette col becco. Allo stesso tempo però dovremmo chiederci se è giusto schiavizzare i corvi per le nostre colpe.

Le fasi del processo di pulizia attuato dai corviOddity Central
Le fasi del processo di pulizia

I dati a nostra disposizione mostrano che vengono fumate circa 6 bilioni di sigarette ogni anno, di cui 2/3 finiscono nell’ambiente. Circa 4 bilioni di sigarette sarebbero capaci di riempire 2,5 milioni di piscine olimpioniche.

Dunque, qual è il vostro verdetto? Meglio fumare di meno o schiavizzare degli uccelli per non riempire piscine? 

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV