Mouse roventi

In Giappone è stato creato il robot umanoide mimetico umano

Dal dipartimento di Informatica Meccanica dell'Università di Tokyo arrivano i robot umanoidi mimetici, ovvero capaci di imitare un centinaio di movenze umane.

Giulia  Greco Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Kenshiro e Kengoro

Un team di scienziati giapponesi del dipartimento di Informatica Meccanica all'Università di Tokyo, composto da Yuki Asano, Kei Okada e Masayuki Inaba, è riuscito a inventare un robot molto simile a un umano che riesce, infatti, a simulare meglio di altri i movimenti di una persona.

La nuova invenzione è stata condivisa sulla rivista Science Robotics e online grazie al video che vedete qui sotto.

Secondo quanto riporta l'abstract dell'articolo,

Molti sistemi e meccanismi del corpo umano non vengono compresi appieno, come per esempio il controllo dei muscoli, i sensori del sistema nervoso che connettono corpo e cervello, il modo in cui la mente apprende e come il corpo si muove. Per affrontare queste mancanze, proponiamo un umanoide mimetico umano con un grado di fedeltà all'anatomia umana mai vista prima.

Alla base del nostro progetto c'è l'idea di prendere in considerazione in primo luogo il funzionamento del corpo umano, il che contrasta con il classico approccio ingegneristico usato nella progettazione di androidi.

Crediamo che l'umanoide proposto possa essere utilizzato per fornire nuove opportunità alla scienza, come, per esempio, quella di analizzare i dati relativi al movimento del corpo umano.

Descriviamo i principi e lo sviluppo degli umanoidi Kenshiro e Kengoro e mettiamo a confronto la loro anatomia con quella umana in termini di proporzioni, struttura dello scheletro, disposizione dei muscoli e performance delle articolazioni.

Per dimostrare la potenza dell'umanoide mimetico umano, Kenshiro e Kengoro hanno eseguito dei movimenti tipicamente umani.

Il video mostra esattamente questo esperimento, in cui i robot mimano determinate movenze, flettendo i muscoli delle braccia o dell'addome, distendendo quelli del collo, piegando le dita dei piedi o afferrando qualcosa con le mani.

I movimenti che i robot possono compiere sono più di 100, e Kenshiro e Kengoro eseguono anche movimenti che prevedono flessioni della colonna vertebrale.

Si tratta ancora solo di un quarto delle movenze umane, ma il risultato è sicuramente strabiliante.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV