Mouse roventi

Il sub peruviano che assomiglia a un palloncino gonfio

Alejandro Ramos Martínez è il sub peruviano che, a causa delle complicazioni avute da un’immersione andata male, somiglia a un palloncino gonfio. Ecco la sua incredibile storia.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Il povero Martinez

Alejandro Ramos Martínez, subacqueo di frutti di mare di Pisco, Perù, di recente è divenuto famoso in tutto il mondo dopo un terribile incidente che lo fa sembrare un enorme pallone umano.

Com’è potuta succedere una tragedia del genere? Apparentemente, è riemerso da una profondità di 30 metri troppo velocemente, che ha portato l’azoto nel suo sangue a formare delle bolle giganti attaccate alle sue fibre muscolari, rendendo l’uomo deforme e con 30 kg di massa corporea aggiuntivi a carico.

Martinez cammina per stradaOddity Central
La storia di Martinez trasmessa da Cuarto Poder

Lo strano caso di Martinez, stando a Oddity Central, è apparso nello show della TV peruviana “Cuarto Poder”, dove i dottori sono stati scioccati dagli effetti devastanti dell’azoto sull’aspetto del subacqueo. La malattia da decompressione di cui è affetto deriva, come già anticipato, dalla formazione di bolle nel circolo ematico a causa della mancata eliminazione di gas inerti (l’azoto). Questa condizione può verificarsi dopo un’immersione subacquea, con l’esposizione a pressioni elevate o anche in seguito ad una rapida perdita di pressione nella cabina di un velivolo. Nei casi meno gravi la malattia può causare fatica, vertigini, nausea e dolori comuni, ma può anche portare a paralisi e morte.

Martinez voltatoOddity Central
Veduta di spalle di Martinez

I dottori sono riusciti ad eliminare circa il 30% delle bolle di azoto del povero Alejandro, ma si calcola che per rimuoverle tutte ci vorranno circa altre 100 sessioni di camera iperbarica, dove verrà sottoposto all’ossigenoterapia. Dopo queste sedute di cura ci vorrà anche un intervento chirurgico del costo di circa 100mila dollari, che il povero Martinez non ha.

Le bolle causano all’uomo dei dolori indicibili con cui può convivere solo grazie agli antidolorifici. La sua ossatura inoltre ha riportato un danno a livello dell’anca tale da richiedere una protesi in futuro.

Una cosa è certa: Martinez, facciamo tutti il tifo per te!

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV