Mouse roventi

Il metodo definitivo per curare la calvizie

A quanto pare tutti gli uomini del mondo possono finalmente dire addio alla minaccia calvizie: la cura definitiva arriva dagli Stati Uniti.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Due celebri calvi del nostro tempo

Un gruppo di ricercatori della statunitense Indiana University School of Medicine, capitanati dal Dr. Karl Koehler, sono riusciti a coltivare in laboratorio il primo tessuto cutaneo completo di follicoli piliferi (strutture della pelle che originano le cellule che andranno a formare il pelo).

Cosa significa questo? Che gli scienziati sono riusciti a realizzare in laboratorio il primo cuoio capelluto a tutti gli effetti, prodotto da una ricerca a partire da cellule staminali di topo.

Samuel L. Jackson in Pulp FictionQuentin Tarantino
Samuel L. Jackson potrà gioire: si torna ai tempi di Pulp Fiction!

Tale studio è stato pubblicato sulla rivista Cell Reports e costituisce un qualcosa di rivoluzionario perché, nonostante dei mezzi per ricreare in laboratorio della cute siano già esistenti, non è mai stato raggiunto l’obiettivo di imitare perfettamente della pelle reale.

La nostra pelle è formata infatti da 20 o più tipi cellulari, mentre la pelle sintetica ne conteneva sì e no 5 o 6 tipologie. Oggi invece, grazie al team di Koehler, la musica cambia e tutti gli uomini dal capo glabro possono scendere in piazza a far festa.

Tranne The Rock, lui è già figo così e non ha bisogno dei capelli per esserlo di più.

The Rock nel film Jumanji - Benvenuti nella giunglaColumbia Pictures
The Rock in Jumanji - Benvenuti nella giungla

La nuova tecnica di cui si avvalgono i ricercatori statunitensi riesce infatti a ottenere sia lo strato superiore che inferiore della pelle i quali, crescendo insieme, formano i sopracitati follicoli piliferi e, quindi, i tanto sospirati peli.

Ora possiamo dirlo tranquillamente:

Addio calvizie!

E tu che ne pensi? Farai un pensierino alla ricerca del Dr Koehler?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV