Mouse roventi

Gustave, il coccodrillo killer del Burundi che ha ucciso 300 uomini

Nel Burundi potete incrociare (speriamo per voi di no!) il coccodrillo killer Gustave. Circa 300 vittime se si pensa soltanto agli uomini ed è sempre sfuggito alla cattura. Paura?

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Un coccodrillo gigante in agguato

Sulle rive del fiume Ruzizi, Burundi, è in agguato un vero e proprio mostro. Un coccodrillo mangiauomini di 60 anni d’età di nome Gustave, che ha ucciso circa 300 persone.

Dato che l’animale è sempre riuscito a sfuggire a qualsiasi tentativo di cattura, la sua taglia attuale è sconosciuta, ma si pensa sia lungo fra i 5.5 e i 7.5 metri, con un peso di più di 900 kg. Avete capito bene, non vorreste mai incontrare una bestia del genere sulla vostra strada!

A causa della sua enorme mole, si pensava Gustave avesse oltre 100 anni, ma la sua dentatura ancora in buono stato rivela i suoi circa 60 anni.

Inoltre, gli scienziati pensano che il coccodrillo abbia ancora margine di crescita!

Gustave presenta sul suo corpo diversi fori di proiettile e a livello della scapola destra c’è la cicatrice di una ferita profonda. Non si sa come si sia procurato quest’ultima, ma gli abitanti del luogo parlano di vari tentativi da parte dei soldati di far fuori l’animale con degli AK-47. Mentre i testimoni parlano di un coccodrillo che non muore perché ingurgita i proiettili. I ricercatori non pensano sia un’ipotesi considerabile, perché Gustave con le sue dimensioni e la sua massa è praticamente a prova di proiettile.

Gli studiosi dicono che, essendo così imponente, il coccodrillo non è in grado di cacciare prede più agili come pesci, antilopi e zebre. Di conseguenza, è costretto ad uccidere ippopotami, gnu e, occasionalmente, umani. Gli abitanti del luogo rivelano però che Gustave non si nutre di uomini, li affera e trascina in acqua, dove li mutila e li fa affogare, lasciando i loro cadaveri a riva senza mangiarli. Un killer senza dubbio.

Gli scienziati, che hanno realizzato il documentario visibile sopra, hanno tentato una volta di catturare Gustave con una gabbia di 3 tonnellate e molte trappole, ma l’animale è riuscito a fuggire.

Alcuni abitanti del Burundi pensano addirittura che Gustave sia un’entità demoniaca.

L’ultima volta che il coccodrillo è stato avvistato risale a giugno del 2015. In quell’occasione l’animale trascinò nel fiume un bufalo adulto che può pesare fino a mille chili.

La leggenda di Gustave ha addirittura ispirato un film uscito nel 2007 di nome Primeval.

E voi che ne pensate? Stupiti dalla potenza del coccodrillo killer?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV