Mouse roventi

Gli scienziati confermano: Urano puzza di scoregge

Una ricerca per determinare la composizione delle nubi di Urano ha svelato che il pianeta emana odore di scoregge. Una tragedia per qualsiasi astronauta abbia la folle idea di avventurarsi sul pianeta!

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Il pianeta Urano

A quanto pare, Urano non è il pianeta per nasi sensibili. Stando infatti ai dati raccolti grazie al telescopio Gemini North, gestito dall'Associazione delle Università per la Ricerca in Astronomia (Aura), le nubi di Urano emanano un odore terribile di scoregge o, per qualcuno, di uova marce, a causa della presenza del gas idrogeno solforato.

Tali dati, resi pubblici su Nature Astronomy da una collaborazione guidata dall’Università di Oxford, dovrebbero aiutare a comprendere le origini del pianeta, che si teorizza sia migrato da un altro punto del sistema solare.

Mr Metano ad una trasmissione televisivaUbisoft
Mr Metano è fiero di Urano

Il telescopio Gemini North, grazie all’apporto di uno spettrometro Nifs (Near-Infrared Integral Field Spectrometer) ha potuto scovare un indizio sulla composizione delle nubi di Urano, analizzando la luce solare riflessa dalla regione situata al di sopra della copertura nuvolosa di Urano. Lo spettro ha quindi rivelato la presenza del famigerato idrogeno solforato, a differenza di Giove e Saturno che al di sopra delle proprie nubi presentano ammoniaca.

Urano in un meme che circola in reteGizmodo
Urano assimilato sul web a un sedere che scoreggia

Questa differenza fra pianeti è dovuta probabilmente al fatto che essi si sono formati in zone differenti del sistema solare, con temperature diverse che hanno portato a una maggiore presenza di solfuro o di azoto. Da qui la teoria del pianeta Urano proveniente da un altro punto del sistema solare.

Gli addetti ai lavori hanno preso con ironia la cosa, immaginando quanto possa essere spiacevole per un astronauta andare in missione su Urano:

Un astronauta troverebbe uno spiacevole odore ad accoglierlo ma, prima dell’odore, dovrebbe vedersela con il soffocamento e l’esposizione a una temperatura di -200 gradi, in un’atmosfera composta in prevalenza da metano, elio e idrogeno.

Insomma, scoregge a parte, gli astronauti in missione avrebbero ben altre cose di cui preoccuparsi.

Tanto di cappello, in ogni caso, al pianeta puzzolente per eccellenza!

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV