Mouse roventi

Friends è una serie sessista e razzista, e non piace più al pubblico

Friends è tutt'altro che una delle serie più amate dal grande pubblico. Scopriamo insieme i motivi per cui viene oggi pesantemente criticata.
I protagonisti della comedy Friends in un celebre poster della serie.

La popolare serie comedy degli anni '90, Friends, è finalmente approdata su Netflix. Quale occasione migliore per fare una bella maratona, o per farla riscoprire alle nuove generazioni?

Probabilmente questo, invece, è il momento peggiore.

I nuovi spettatori, infatti, sono rimasti scioccati da molti dei temi trattati durante il corso delle puntate, accusando la serie di omofobia, sessismo, molestie e molto altro. Ma procediamo con ordine.

Una delle comunità che si è trovata più a disagio è sicuramente quella LGBT, che ha puntato il dito contro alcune puntate che hanno per protagonista Chandler, in cui ha paura di essere “additato” come un uomo gay, o che trova difficoltà ad approcciarsi con il padre transessuale, a cui rivolge diverse battute piuttosto meschine.

Un’altra delle protagoniste, la futura sposa di Chandler, Monica, un tempo obesa, viene costantemente derisa per il suo passato; allo stesso tempo però, viene guardata con sospetto a causa della relazione con il migliore amico di suo padre, vent’anni più grande di lei, alla luce dello scandalo Weinstein. A proposito di molestie, Rachel viene criticata per condotta inappropriata quando assume un assistente assolutamente incompetente, con la sola motivazione di essere “molto carino” e di voler uscire con lui.

Un altro personaggio pesantemente criticato è Ross, per le diverse battute omofobe che gli vengono attribuite, tra cui gli insulti rivolti al babysitter di sua figlia, in quanto non può concepire come un uomo possa fare un lavoro prettamente femminile, e si chiede addirittura se non sia gay.

Ultimo, ma non meno importante, la serie è stata anche accusata di razzismo, in quanto vi sono solo due personaggi ricorrenti di colore, il dottor Charlie Wheeler e la fidanzata di Ross, Julie.

Ross e la sua fidanzata Julie.
Ross e la sua fidanzata, Julie, una dei pochissimi personaggi di colore all'interno della serie..

Che dire? Di certo, vent’anni fa, non ci saremo aspettati che una serie tanto amata come Friends potesse finire nell’occhio del ciclone. Si potrebbe pensare che, in una cultura come quella degli anni '90, determinate problematiche non colpissero, come oggi, l’immaginario collettivo.

Probabilmente, nel 2018, una comedy del genere verrebbe costruita in una maniera completamente diversa.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV