Mouse roventi

Cina, il cappello che rileva lo stress e le condizioni dei lavoratori

È realtà il cappello in grado di analizzare le onde cerebrali per monitorare la situazione di stress e le emozioni negative dei lavoratori cinesi.
Il controllo della mente per aumentare la produttività e ridurre lo stress curiousmob.com

Il futuro distopico ipotizzato dalla serie Black Mirror non sembra essere poi così lontano: dalla Cina arrivano dei copricapi che monitorano l'attività cerebrale al fine di ridurre lo stress, aumentare la produttività e migliorare le condizioni dei lavoratori.

Il South China Mornington Post fa sapere che questo sistema di monitoraggio viene usato in larga scala da molte aziende. I dati raccolti dai sensori, inseriti nei cappelli, caschi e berretti dei dipendenti, vengono processati ed elaborati da un computer centrale. Questo cervellone elettronico si serve dell'algoritmo di una avanzata intelligenza artificiale per registrare i picchi emotivi negativi del lavoratore. Situazioni di stress, rabbia o depressione vengono così prontamente identificate e viene elaborata una strategia di lavoro migliore volta a favorire la situazione psicologica del dipendente e aumentarne la produttività.

Il capello per l'analisi emotiva dei lavoratoriTecnologia Deaeya

Cheng Jingzhou, responsabile del programma di monitoraggio emozionale, sostiene che non ci sono dubbi sul valore e sull'efficacia dei cappelli. La compagnia di energia elettrica State Grid Zhejiang, afferma che i suoi 40mila dipendenti, che gestiscono il fabbisogno energetico per tutte le case, le imprese e la provincia di Hangzhou, hanno raggiunto grazie ai cappelli degli standard qualitativi molto elevati. Cheng ha infine aggiunto che il programma ha aumentato i profitti della compagnia di circa 2 miliardi di yuan (quasi 270 milioni di euro) dal 2014, quando è iniziato il monitoraggio. Sono tante le aziende cinesi che hanno adottato questo programma di rilevamento emotivo e tutte hanno mostrato un aumento sia della produttività che della soddisfazione dei lavoratori. 

Come funziona esattamente questa tecnologia di monitoraggio emotivo? 

Quando il sistema emette un avviso critico il manager chiede al lavoratore di prendersi una giornata di riposo oppure di passare ad una mansione meno impegnativa. Ci sono lavori più faticosi che richiedono un livello più alto di concentrazione e a lungo andare potrebbero portare a delle criticità. Non c'è spazio per errori.

La risposta arriva direttamente da Jin Jia, professore associato di scienze del cervello e psicologia cognitiva dell'Università di Ningbo. Sapere quando un lavoratore raggiunge un livello emotivo critico è quindi di inestimabile importanza per un'azienda perchè l'errore di uno potrebbe compromettere il lavoro dell'intera squadra.

Pensavano che avremmo potuto leggere la loro mente. Questa situazione ha portato alcuni disagi nella fase iniziale del programma ma con il tempo i lavoratori si sono abituati. Avvertivano il dispositivo come un vero elmetto di sicurezza e lo hanno indossato tutto il giorno al lavoro.

La convinzione del professor Jin Jia lo ha portato a collaborare sempre con l'università di Ningbo per lo sviluppo del progetto Neuro Cap, un altro programma di sorveglianza del cervello finanziato direttamente dal governo centrale.

Lavoratori cinesi con elmetto di servizioblitzquotidiano.it

In Cina il controllo delle emozioni in ambito lavorativo è molto diffuso e anche Deayea, una società di tecnologia con sede a Shangai, ha dichiarato al South China Morning Post che i suoi dispositivi di monitoraggio emotivo regolarmente indossati dai conduttori dei treni Shangai-Pechino.

I rilevatori sono inseriti nell'orlo dei cappelli del personale della linea ferroviaria e possono monitorare varie attività cerebrali a cui corrispondono malesseri fisici con una precisione del 90%. Se il sensore rilevasse stanchezza e fatica da parte del conduttore del treno interverrebbe subito con un allarme per evitare una situazione di pericolo come un improvviso colpo di sonno. Questa tecnologia è in sviluppo per essere implementata anche nelle cabine di pilotaggio degli aerei così da salvaguardare la situazione psicologica e fisica dei piloti e dei passeggeri.

Il monitoraggio emotivo e la paura per il traffico di dati

Non esiste alcuna legge o regolamento per limitare l'uso di questo tipo di apparecchiature in Cina. Il datore di lavoro riceve forti incentivi per utilizzare questa tecnologia e gli impiegati sono in una posizione troppo debole per rinunciare

Afferma Qiao Zhian, professore di psicologia dell'Università Normale di Pechino. I benefici del monitoraggio mentale dei dipendenti sono lodati infatti da aziende private, tutte gestite dal governo cinese.

Il monitoraggio mentale e la raccolta datiworldofweirdthings.com

Qiao Zhian ha paura che un nuovo traffico di dati sia dietro l'angolo e solleva dubbi morali su questa tecnologia

Lo scandalo della vendita dei dati di Facebook è già abbastanza grave. La sorveglianza del cervello può portare l'abuso della privacy a un livello del tutto nuovo. La mente umana non dovrebbe essere sfruttata per fini di lucro.

Al momento la tecnologia di lettura e analisi emotiva della Cina è pari a quella sviluppata negli altri paesi, ma solo la Cina l'ha implementata su larga scala. Negli Stati Uniti la tecnologia di monitoraggio mentale è riservata solo a nicchie specifiche, ad esempio è stata utilizzata per migliorare la precisione di tiro degli arcieri.

Tra paure e progresso le sperimentazioni di sorveglianza cerebrale continuano e la grande quantità di dati raccolti aiuteranno nei prossimi anni la Cina a superare la concorrenza.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV