Mouse roventi

Bambina indiana di 11 anni da un mese piange lacrime... di cotone!

È da più di un mese che Manasi, questo il nome della bambina, piange lacrime di cotone. Sarà per colpa di una punizione divina o di un'alimentazione scorretta?
La bambina indiana di 11 anni con dei "campioni" delle sue lacrime di cotone.

Immaginate di vivere in un villaggio estremamente retrogrado e malfamato ed essere affetti da un qualche tipo di reazione allergica: le persone intorno a voi inizieranno a pensare che in realtà siete posseduti da uno spirito maligno!

Ed è ciò che sta accadendo da un mese a questa parte alla piccola Manasi, una bambina di 11 anni che sta producendo quotidianamente una quarantina di lacrime… di cotone.

La piccola Manasi vive a Pachkhura, un piccolo villaggio in India appunto molto piccolo e malfamato, tant’è che persino i genitori, bigotti e spaventati dalla condizione della figlia, non hanno ancora preso appuntamento con un oculista per capire cosa stia succedendo. Anzi, sono convinti anche loro che Manasi sia posseduta da uno spirito.

Nel frattempo, tutti gli abitanti la evitano per paura di una punizione divina.

Nayi Duniya, il quotidiano indiano che ha pubblicato la notizia di questa strana allergia, ha consultato diversi oculisti per trovare una spiegazione scientifica e razionale. Il dottor Navneet Saxena del Japalgur Medical College, ha affermato che potrebbe essere una reazione allergica che comporta scariche bianche sotto forma di “fili” dall’occhio, mentre un altro esperto, Pawan Setak, ha affermato che le lacrime di cotone potrebbero essere la conseguenza di carenza di vitamina D.

Il caso delle lacrime di cotone di Manasi non è però l’unica strana forma di allergia degli occhi scoperta nel corso degli anni. Recentemente, infatti, è stato anche scoperto il caso di una ragazza brasiliana, Laura Ponce, che per 20 anni ha prodotto lacrime composte da solidi cristalli bianchi.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV