Mouse roventi

Akira Toriyama, non capisco perché Dragon Ball sia così popolare

Il maestro Toriyama ha rilasciato nuove interessanti dichiarazioni in una recente intervista per Shonen Jump. Akira non si aspettava affatto tutto il successo ottenuto da Dragon Ball, anzi! Scopri di più nel nostro articolo!

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Il grande Akira Toriyama sorride

Il maestro Akira Toriyama ha rilasciato una nuova intervista per il settimanale Shonen Jump, zeppa di interessanti dichiarazioni. Il giornalista incaricato ricorda al nostro Akira che inizialmente non era molto apprezzato come autore, stando ai sondaggi di popolarità tenuti con regolarità da Shonen Jump. La fama di Toriyama ha cominciato a crescere solo dopo l’avvento del primo Torneo Tenkaichi.

Toriyama risponde subito alle affermazioni dell’inviato di Shonen Jump.

Fino al Torneo Tenkaichi non era mio interesse disegnare combattimenti, la cosa però piacque ai lettori, ne fui davvero contento e questo mi diede la forza necessaria per il mio lavoro.

Il maestro poi parla della sua influenza sugli altri manga incentrati sul combattimento e di come abbia, a suo dire, disegnato Dragon Ball nel modo sbagliato.

Dato che penso di aver disegnato tutto in modo sbagliato, non riesco a credere di aver influenzato gli altri manga così tanto. Quello di Dragon Ball è un mondo in cui tutto va bene. Partendo da una base del genere, puoi disegnare qualsiasi cosa senza che nessuno si lamenti del fatto che non sia possibile.

Toriyama parla poi delle capsule prodotte dalla Capsule Corporation, da cui può materializzarsi istantaneamente qualsiasi tipo di oggetto, perfino un grosso mezzo di trasporto. Poi ricorda anche di come il ring del Torneo Tenkaichi venisse fatto a pezzi in men che non si dica per evitare che i suoi assistenti dovessero faticare ogni volta per ridisegnarlo. L’autore spiega dunque di aver tentato di semplificare molti elementi della sua opera.

Quando leggo altri manga serializzati su Shonen Jump, sono sorpreso di quanta roba disegnino gli altri autori. Mi sento un po' in imbarazzo pensando di far parte della loro stessa rivista. Dato che avevo fretta, ho sempre cercato di semplificare tutto quel che c’era da disegnare. Se mi fossi concentrato troppo sui dettagli non sarebbe mai nato qualcosa di audace come ad esempio un Crilin senza naso.

Le prodigiose capsule della Capsule CorporationAkira Toriyama
Le fantastiche capsule della Capsule Corporation

Akira parla anche dei ritmi di lavoro estenuanti imposti da Shonen Jump.

Avevo sempre il naso tappato e quando preparavo i bozzetti iniziavo a starnutire continuamente. Quando mi recavo dai medici, non riuscivano a capire il perché del mio raffreddore continuo. Dopo 3 mesi la fine di Dragon Ball però mi è passato da solo, dunque credo sia stata ‘allergia alla serializzazione’.

Toriyama poi parla di come ha speso il suo tempo dopo la fine della saga di Dragon Ball e di quanto sia sorpreso del successo della sua opera più importante.

Dopo la fine di Dragon Ball pensavo a tutti i model kit che avrei potuto costruire. Non riesco proprio a spiegarmi il successo della saga. Qualche tempo fa ho riletto l’intera serie dopo tanti anni. Nonostante l’arco narrativo di Freezer sia ricco di suspence e abbia catturato la mia attenzione, non mi capacito di come sia diventato così famoso.

Vegeta si scontra con FreezerAkira Toriyama
Il duro scontro fra Vegeta e Freezer

Infine il maestro conclude parlando di quanto sia stato importante il suo legame con Shonen Jump per la sua carriera e crescita personale.

Sono grato alla rivista perché mi ha fatto capire di avere le capacità per diventare un mangaka. È un posto dove le persone di talento, sia veterani che nuovi dell’ambiente, possono competere fra loro.

Insomma, pare proprio che Akira Toriyama non si aspettasse tutto il successo della sua leggendaria saga.

E tu che ne pensi? Sorpreso delle sue affermazioni?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV