La nuda verità

Mi pago l'università facendo film hard: la storia di Belle Knox

L'università in USA costa cara e una studentessa, per pagarsi la retta, ha rivelato di lavorare anche come porno star. Immediata la condanna della società americana.

Andrea Sala Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

La studentessa-porno star Belle Knox

Quando l'università costa così tanto come in America i casi sono due: o si è ricchi di famiglia oppure ci si deve organizzare. Un po' come ha fatto Belle Knox.

Chi è Belle Knox? Di giorno una studentessa della Duke University, di notte (ma dipende da quando gira i film) una pornostar. Ma a fin di bene.

Sì, perché la ragazza in questione ha scelto di mantenersi all'università proprio in quel modo: facendo film hard. Cioè "recitando" in essi.

GUARDA ANCHE: First Kiss: il video virale di baci fra sconosciuti

In USA la sua storia è già un caso: a venire allo scoperto è stata proprio lei, dopo che un compagno era venuto a conoscenza del suo lavoro. Chissà come avrà fatto...

Ad ogni modo Belle Knox - questo il suo nome d'arte - ha poi scelto di rivelare al mondo intero la sua doppia vita. Questo anche per denunciare l'incredibile valanga di insulti e minacce che le sono state rivolte dopo che la voce si è sparsa nel campus dell'ateneo.

Internet non decide della mia vita. La mia sessualità non può essere qualcosa con cui ricattarmi, qualcosa che vi dà il possesso della mia vita o della mia storia. È la mia vita. È la mia storia.
Quindi mi rifiuto di lasciare che i prepotenti vincano. Al contrario, rivelando il mio nome d'arte, vi farò conoscere il livello di odio che c'è in America contro le donne che parlano tranquillamente della propria sessualità.

Ovviamente il post sul suo blog in cui la giovane rivela tutta la sua storia è stato attaccato da più fronti, dalla bigotta società americana. 

Ma lei non demorde e rivela: "Mi chiamo Belle Knox e indosso la mia Lettera Scarlatta con orgoglio". Meglio che fare i mantenuti no?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV