La nuda verità

Un'azienda statunitense impianta microchip nei dipendenti

Una catena di piccoli negozi negli States ha in programma di impiantare microchip nei propri dipendenti. Scopriamo i dettagli dell’inquietante iniziativa nell’articolo.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Il microchip impiantato nei dipendenti

Una catena di piccoli negozi in Wisconsin, stando a Daily Dot, ha in mente di impiantare dei microchip in più di 50 dipendenti, in modo che possano aprire con maggiore facilità le porte, ricevere soldi dai clienti, effettuare il login al PC aziendale e utilizzare gli strumenti all'interno dell'ufficio.

Il bizzarro esperimento sarà condotto dall'azienda Three Square Market (32M). Si tratta della prima volta che succede una cosa simile. 

Todd Westby, CEO di 32M, afferma:

Alla fine questa tecnologia diventerà la norma, permettendo di utilizzare il microchip come passaporto, biglietto per i mezzi pubblici, metodo di pagamento, ecc...

Ogni dipendente che parteciperà all’iniziativa avrà dei microchip, non più grandi di un chicco di riso, impiantati fra il pollice e l’indice, capaci di immagazzinare e riconoscere informazioni digitali.

Abbiamo già prodotti simili all’interno di biglietti di viaggio, localizzatori per animali domestici, alcuni passaporti e negli smartphone, usati per comprare oggetti nei negozi.

Quando verrà richiesto un pagamento, mi basterà alzare la mano, come fosse il mio cellulare, per acquistare il prodotto che desidero.

Importante specificare che non è obbligatorio l’impianto del microchip e la compagnia dichiara che non vi è alcun GPS al suo interno. Three Square Market pagherà 300 dollari per ognuno dei piccoli aggeggi e comincerà a fornirli ai propri dipendenti in occasione di una festa aziendale il primo agosto prossimo.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV