La nuda verità

Trovato al largo della Colombia il sottomarino della droga di Escobar

Pablo Escobar torna a far parlare di sé: si cercano ancora, a 25 anni dalla morte del narcotrafficante, ben 50 miliardi di dollari.

Giulia  Greco Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Uno dei sommozzatori che hanno fatto la scoperta

Degli ex agenti della CIA hanno ritrovato un sottomarino che Pablo Escobar, il boss del Cartello di Medellin, usava per i suoi traffici illegali dalla Colombia agli Stati Uniti.

Sembra che i sottomarini di Escobar, che potevano trasportare fino a 2 mila kg di cocaina, partissero dalla Colombia per giungere a Porto Rico e che poi solo da lì il carico venisse trasferito a Miami su motoscafi.

Secondo quanto riportato da The Sun, la scoperta potrebbe portarci più vicini a ritrovare quei 50 miliardi di dollari scomparsi dall’enorme fortuna di Pablo, che, secondo le stime dei suoi traffici illeciti, sarebbe riuscito ad accumulare ben 320 milioni di sterline a settimana negli anni Ottanta.

Pablo Escobar nascondeva il denaro in luoghi sconosciuti
Una parte della fortuna trovata nella villa di Escobar subito dopo la sua morte

Due agenti subacquei che lavoravano per la CIA, Doug Laux e Ben Smith, si sono immersi a largo delle coste della Colombia seguiti dalle telecamere di Discovery Channel alla ricerca del tesoro perduto.

Doug Laux e Ben Smith hanno raccolto anche informazioni parlando con chi si occupava di caricare le navi di cocaina. Ed è stato proprio grazie a uno di questi incontri che la spedizione in fondo al mare è stata possibile.

Tuttavia, la missione non ha dato i frutti sperati perché, come si vede dal video caricato da Discovery UK su YouTube, che mostra gli uomini che si spostano in barca fino al sito del ritrovamento, tutto ciò che i sub si sono trovati davanti agli occhi è stato un ammasso di metallo e una scatola, ma niente di ciò che si aspettavano, né soldi né gioielli.

Il ritrovamento, però, è stato percepito come una speranza, un indizio che potrebbe condurre al bottino del boss di Medellin. Gli esploratori, infatti, sono giunti alla conclusione che il relitto sia stato spostato da correnti sottomarine che il denaro possa ancora essere trovato, magari non troppo lontano dai resti appena venuti allo scoperto.

Il narcotrafficante Pablo Escobar

Si ritiene che buona parte dei beni di Escobar, a 25 anni dalla sua morte, sia ancora nascosta in luoghi sconosciuti. Nel 2009 erano stati scoperti, in un complesso nella giungla, 8 milioni di dollari appartenenti al narcotrafficante e da allora si cerca il resto del lauto bottino.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV