La nuda verità

Google, rimosso il motto "Non essere cattivo" dal Codice di Condotta

"Non essere cattivo" era lo storico motto al centro del Codice di Condotta di Google già da 18 anni. Ora la frase è stata eliminata. Perché?
un utente utilizza la celebre piattaforma di ricerca online Google

Google è passato al Lato Oscuro. Infatti a sorpresa, dopo 18 anni, è stato rimosso lo storico motto “Don’t be evil” (Non essere malvagio) dal Codice di Condotta aziendale.

Ricercando meglio tra gli archivi della Grande G, è possibile notare che in uno degli ultimi aggiornamenti datato 21 Aprile 2018 il motto è ancora presente nella sua forma originale.

Non essere cattivo. I Googlers – i dipendenti – applicano queste parole al modo in cui serviamo i nostri utenti. Ma ‘Non essere cattivo' è molto più di questo. Certo, riguarda il fornire agli utenti l'accesso neutrale all'informazione, concentrandosi sulle loro necessità e fornendogli i migliori prodotti e servizi. Ma riguarda anche il fare la cosa giusta in generale, seguendo la legge, agendo in maniera onorevole e trattando i colleghi con cortesia e rispetto.

E Google ha sempre messo in pratica queste tre, semplici parole. L’azienda ha sempre cercato di dimostrare di tenere ai suoi utenti, e di essere forte di un gruppo di lavoro tra i più brillanti del globo, per soddisfare al meglio l’esperienza online – e non solo – per tutti.

Ma, a partire dal 4 Maggio 2018, il motto scompare misteriosamente dagli archivi. Tuttavia, verso la conclusione del Codice, rimane una parte del testo originale:

E ricorda, non essere cattivo, se vedi qualcosa che pensi non sia giusto, parla.

In ogni caso, questa modifica non dovrebbe scoraggiare gli utenti nel continuare a comportarsi in maniera corretta.

Forse i toni sono stati semplicemente "ammorbiditi", cambiati, ma i pericoli sono sempre dietro l’angolo.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV