La nuda verità

Bajau, la popolazione che resiste di più sottacqua grazie alla genetica

In Indonesia è possibile incontrare la popolazione dei Bajau, nomadi del mare in grado di passare la maggior parte della propria vita sottacqua grazie a una differenza genetica rispetto agli altri uomini del luogo.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

I Bajau mentre pescano

In Indonesia esiste una popolazione di pescatori, i Bajau, che rappresentano uno dei rari esempi viventi di selezione naturale umana.

Per quale motivo? Semplice, sono dotati di una milza grande per il 50% in più rispetto a quella di qualsiasi altro uomo del luogo in cui vivono, e ciò permette loro di passare la maggior parte della propria vita a pescare pesci e molluschi a 70 metri di profondità, vestiti solo di un semplice costume e alcuni attrezzi rudimentali.

Praticamente la milza ingrossata dei Bajau dona loro una straordinaria capacità di sopportare situazioni di carenza d’ossigeno, riuscendo a stare in apnea per più tempo rispetto a qualsiasi altro essere umano delle popolazioni presenti in zona.

Ma da dove derivano le differenze che rendono i Bajau unici?

Si tratta ovviamente di un “gioco di geni”, stando a quanto riportato da uno studio di Rasmus Nielsen dell’Università della California a Berkeley, ma partiamo con ordine.

Quando abbiamo il volto completamente immerso in acqua e non possiamo respirare, ha luogo il fenomeno definito del “riflesso d’immersione”, che rallenta la frequenza cardiaca e determina una costrizione dei vasi sanguigni alle estremità del corpo, in modo da proteggere gli organi vitali.

In tale fenomeno ha un ruolo primario anche la milza, che si contrae favorendo il rilascio di un maggior numero di globuli rossi, permettendo quindi la diffusione di una maggiore quantità di ossigeno nel sangue (l’incremento d’ossigeno nel sangue Bajau è maggiore del 9% rispetto agli altri esseri umani della zona dove vivono).

Uno dei Bajau intento a pescareScienceAlert
Uno dei Bajau a pesca

Ma perché le dimensioni della milza dei Bajau sono maggiori? Nel loro DNA è presente un gene chiamato PDE10A, che controlla i livelli dell’ormone tiroideo T4, un ormone correlato alle dimensioni della milza.

Afferma infatti al riguardo Melissa Ilardo, coautrice dello studio sui Bajau:

È stato provato nei topi che le dimensioni della milza e i gli ormoni tiroidei sono correlati. Se modifichiamo i topi geneticamente in modo da eliminare la produzione dell’ormone tiroideo T4, la loro milza diminuisce di dimensioni in modo significativo, un fenomeno reversibile tramite iniezione di ormone T4. Per la prima volta negli esseri umani è stato scoperto un adattamento genetico che dona vantaggi in caso d’immersione.

Dunque gli uomini della popolazione Bajau, per certi versi, sono dotati di un vero e proprio superpotere, un po' come quella famiglia italiana che non può sentire dolore.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV