La nuda verità

Asos promuove le modelle al naturale con smagliature e cellulite

Asos sfata il tabù delle imperfezioni estetiche, pubblicando sul proprio e-commerce la nuova linea di bikini e costumi da bagno con modelle al naturale, con smagliature e cellulite sul lato b.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Le modelle al naturale di Asos

Le donne sono costantemente bombardate con istruzioni su come liberarsi dalle smagliature o nascondere queste “imperfezioni” della pelle.

Grazie ad Asos, famosissimo e-commerce inglese di moda, le cose sono destinate a cambiare e un nuovo concetto di bellezza si profila all’orizzonte. Per la presentazione della sua linea di bikini e costumi da bagno, il sito di shopping online ha postato foto delle proprie modelle senza eliminare le smagliature a Photoshop.

Ovviamente, la volontà di Asos di ritrarre le ragazze al naturale, senza alcun ritocco, ha riscosso enorme successo ottenendo consensi dal popolo di Twitter. Smagliature, cellulite e tutte le altre imperfezioni della pelle non saranno più qualcosa di cui vergognarsi.

Gli utenti parlano chiaro: bisogna smetterla con l’ostentazione di una falsa perfezione.

Tutte le donne che si sentivano “sole” ad affrontare il problema delle smagliature incitano a gran voce Asos a continuare su questa linea.

L’utente Evie, ad esempio, ha pregato Asos di non editare mai più in post produzione le imperfezioni sulle proprie modelle, perché vederle l’ha fatta sentire viva, per il modo in cui risultano bellissime all’occhio, nonostante l’assenza di ritocco.

Qualcun’altra ha aggiunto:

Spero che questa politica pubblicitaria diventi presto la norma.

Anche celebrità come la cantante e attrice britannica Paloma Faith hanno espresso la propria felicità per l’iniziativa di Asos. Avrebbe affermato l’artista:

Un passo nella giusta direzione!

C’è da dire però che la campagna per mostrare la bellezza femminile “al naturale” effettuata da Asos è stata intrapresa in risposta a una dura critica che il popolo del web ha rivolto al famoso e-commerce. Infatti ha destato molto scalpore la classificazione delle taglie proposta: infatti, secondo il sito di shopping, una taglia UK 10 (corrispondente alla 40 europea) era riportata come “large”.

Una foto estratta direttamente dal sito di Asos della taglia incriminataAsos
Taglia UK 10 considerata "large"? Sul serio?

Vediamo però il lato positivo della vicenda, in un mondo dove si tende a celare o cancellare le cosiddette “imperfezioni” del corpo, l’iniziativa Asos è una ventata d’aria fresca.

Sono proprio le imperfezioni a rendere una persona bella e unica nel suo genere, ma riusciranno a capirlo anche le agenzie pubblicitarie?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV