La nuda verità

Alcuni vermi assassini invadono la Francia

I giganteschi vermi killer arrivano in Francia: ecco il nuovo pericolo che, giunto anche in Europa, rappresenta un pericolo per la biodiversità.

Biagio Petronaci Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

La foto dell'esemplare GreenMe.it

La Francia è attualmente invasa da una particolare specie di verme che minaccia l’ecosistema dello stato.

Sono più di 111 gli avvistamenti di giganteschi vermi sul territorio europeo, dalla Francia all’Italia, a partire dagli anni '90. Gli scienziati, però, non hanno mai dato moltissima importanza a quello che sembrava essere un lontano pericolo. Ora, dopo alcune ricerche, gli esperti hanno diffuso la loro preoccupazione. 

La foto di un esemplareGeek

La Francia è lo stato che maggiormente è stato colpito da questi vermi piatti con la testa a martello. Questi esseri possono tranquillamente superare il metro di lunghezza e rappresentano un concreto pericolo per la flora e la fauna francese.

La razza di questi spaventosi vermi alieni (termine che si riferisce al fatto che essi provengono da un altro luogo della Terra) è chiamata Planariana, in cui fanno parte i vermi più grandi del mondo (Bipalium e Diversibipalium).

Questi vermi vengono studiati dall’800, quando un esemplare è stato avvistato nei pressi di Londra. Due anni fa, l’Università di Firenze ha analizzato il Diversibipalium multilineatum, successivamente ad aver trovato alcune tracce a Bologna.

Le specie dei generi Bipalium e Diversibipalium, sono giganti tra i planariani di terra, e possono raggiungere la lunghezza di 1 m. Sono, inoltre, facilmente distinguibili dagli altri vermi terrestri dalla caratteristica forma a martello della loro testa. Le bipaline, che hanno origine nelle zone calde dell'Asia, sono specie invasive, ora diffuse in tutto il mondo. Tuttavia, la letteratura scientifica è molto scarsa sulla ripartizione diffusa di queste specie e la loro invasione nei paesi europei non è stata studiata.

Sono queste le parole degli scienziati

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV