La nuda verità

Abdul Samad Sheikh, l'uomo che pianta un albero al giorno

Abdul Samad Sheikh è l'anziano signore del Bangladesh che pianta un albero al giorno da quando aveva solo 12 anni. È considerato un esempio per la società.

Rosanna Donato Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Foto di Abdul Samad Sheikh

Dicono che un uomo non può fare la differenza, ma il 60enne Abdul Samad Sheikh - un anziano del Bangladesh - è la prova vivente che i piccoli gesti - prolungati per un certo periodo di tempo - possono significare molto. L’uomo, conosciuto con il nome di "Tree Samad” e nato a Faridpur, ha piantato un albero al giorno da quando aveva 12 anni, per un numero totale di 17.500 alberi donati all’ambiente durante la sua vita fin ad ora.

Abdul Samad Sheikh e il suo Faridpur Horticulture Center

Secondo quanto riportato da OddityCentral, Abdul Samad Sheikh ha lavorato come autista per la maggior parte della sua vita, guadagnando circa 100 taka ($ 1,25) al giorno, una cifra appena sufficiente per sfamare la sua famiglia. Nonostante ciò, ha sempre comprato un albero al giorno per ampliare il suo Faridpur Horticulture Center.  Lo considera un suo dovere verso il mondo e al The Daily Star ha rivelato di non poter dormire la notte se non ha piantato almeno un albero:

Lo faccio da quando avevo dodici anni. Li ho piantati in una terra del governo in modo che nessuno possa tagliarli in seguito. Se vedo qualcuno tagliare un albero protesto e lo rimprovero. Amo tutte le creature, anche gli animali, ma soprattutto gli alberi.

Abdul Samad Sheikh mentre pianta un albero

L'uomo da un albero al giorno dove vive?

Ma dove abita Samad? Quest’ultimo, insieme alla moglie Jorna e a quattro dei loro figli, vivono all’interno di due capanne modeste, situate su un pezzo di terreno del vicedirettore di Faridpur (Bangladesh) perché non hanno una propria terra e talvolta il suo guadagno non è abbastanza per sfamare in modo adeguato la sua famiglia. Eppure non abbandona l’acquisto degli alberi, nonostante la moglie qualche volta lo riprenda:

Il suo reddito non è molto e deve coprire le esigenze quotidiane della nostra famiglia. A volte gli impedisco di piantare alberi, ma non ascolta. L'amore di Samad per gli alberi è inarrestabile.

Il figlio 30enne, invece, considera il suo gesto una cosa buona per l’intera società. 

Abdul Samad Sheikh nella capanna in Bangladesh

Cosa dicono di Abdul Samad Sheikh i vicini?

Per quanto riguarda i suoi vicini di casa, conoscono tutti la sua abitudine quotidiana e alcuni ricordano di averlo visto ampliare il suo Faridpur Horticulture Center da quando era un ragazzino. Questi ultimi hanno realizzato un video, pubblicato da The Daily Star, nel quale parlano di grandi alberi (tutti diversi) piantati da lui decenni fa ed esprimono il loro rispetto e l'ammirazione per la sua dedizione:

Samad è un cittadino modello. Vedere il suo buon lavoro mi ispira veramente

ha detto il vicino Abul Kalam Howlader.

Non sono solo gli alberi. Samad è un uomo molto utile. Se qualcosa gli chiede qualcosa, lui fa del suo meglio per aiutare (e senza prenotazione). La sua è una personalità rara, tanto necessaria nella nostra società

ha aggiunto un altro vicino di Abdul, Sakandar Ali.

L'unione fa la forza

Il 60enne Abdul Samad Sheikh del Bangladesh ha iniziato a piantare un albero al giorno 48 anni fa perché gliel’avrebbe detto Dio. Per i suoi sforzi, l’uomo è stato recentemente onorato da The Daily Star, che gli ha donato un assegno di 100 mila Taka ($ 1.253) per aiutarlo a costruire una casa migliore per la sua famiglia. Quando ha ritirato il premio, durante il suo discorso di accettazione, Sheikh ha chiesto a tutti di seguire il suo esempio e proteggere l’ambiente:

Non posso farlo da solo, ho bisogno dell'aiuto di tutti

perché il più delle volte solo con l’unione e il sostegno reciproco si può raggiungere il cambiamento.

Abdul Samad Sheikh, l'uomo da un albero al giorno riceve l'assegno

Ma ci sono state altre figure che in passato hanno contribuito a proteggere l’ambiente. Tra queste ricordiamo la cosiddetta Madre degli alberi, una donna indiana e senza figli che ha piantato centinaia di alberi Banyan; Anil e Pamela Malhotra, una coppia che ha trasformato 300 ettari di terreno agricolo in una rigogliosa giungla; Jadav Payeng il quale ha piantato da solo una foresta di 550 ettari.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV