Il meglio del peggio

Unti e Bisunti 2 in Sardegna, la disfatta della pecora

La seconda puntata di Unti e Bisunti 2 ambientata in Sardegna ha sancito la seconda sconfitta di Chef Rubio, che stavolta è scivolato sulla pecora. Ma il programma sta in piedi.

Andrea Sala Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Chef Rubio di Unti e Bisunti 2 mangia il Porceddu sardo

Dopo la prima puntata a Bari il carrozzone di Unti e Bisunti 2 ha solcato le acque del mar Tirreno ed è arrivato in Sardegna, in particolare nella zona della Barbagia.
Un tappa ostica per Chef Rubio che, infatti, ha incassato la seconda sconfitta proprio sulla stupenda isola e su un suo piatto forte: la pecora.

Già, proprio il docile animale così diffuso in Sardegna è risultato particolarmente indigesto al cuoco romano più tatuato della TV.

Ma andiamo con ordine. La seconda puntata di Unti e Bisunti 2 si è aperta con un grande classico: il Porceddu arrosto. E subito Rubio si è fatto notare assaggiando ogni parte del maiale, cervello compreso.
C'è da dire che la sua espressione non era proprio felice, dopo aver ingoiato quel particolare boccone.

Successivamente si è passati ad un altra tradizione di Sardegna, il pane Carasau. Notevole il doppio senso moscio/duro davanti alle due esperte panificatrici sarde (che non hanno fatto una piega).
Ecco l'espressione di Rubio dopo questa perla: 

Rubio guarda in macchina dopo un bel doppio senso

Successivamente Rubio si è recato a Villagrande, dove lo chef ha assaggiato altri piatti "estremi" della cucina sarda, uno dei quali è stato scelto come pietanza per la sfida.

Così fra una fetta di prosciutto di Villagrande e pezzi di pane carasau, il nostro ha conosciuto i locali "Dennis e Quaid". Da una certa somiglianza con l'attore (somiglianza che ha visto solo Rubio).

I due hanno offerto allo chef due formaggi francamente duri da digerire: il casu marzu, un formaggio con tanto di larve, e la sacca del capretto con il caglio all'interno.
L'aspetto non era dei migliori eh e anche il sapore doveva essere piuttosto forte.

Ma il piatto forte è stato sa Cordha, ovvero l'intestino della pecora arrotolato su uno spiedo e cotto sopra al fuoco.

Più oltre Rubio ha conosciuto anche due donne di un pastificio, che hanno mostrato tutto ciò che la Sardegna può offrire in fatto di pasta ripiena e non.
I nomi delle preparazioni sono irripetibili, perdonateci. Ci lanciamo solo nei culurgiones ma non osiamo di più.

i culurgiones sardi e il loro valore calorico

Non eccezionale ma comunque simpatica la gag dello chef con una delle due donne. Forse Dmax vuole "spingere" Rubio anche come sex symbol?
A giudicare dalle scene della "vestizione" e dalle foto promozionali pare proprio di sì.

L'ultima visita ad un forno tipico, con delle delizie tipo il pistoccu (pane tipico di Ogliastra) e turredda con curcuriga, ha concluso la ricerca dello sfidante.
La turredda, in particolare, ha suscitato l'apprezzamento di Rubio: con olio, strutto, lardo, formaggio e zucca era ovvio no?

turredda con curcuriga

Dopo aver recuperato gli sfidanti, dei lottatori di sa strumpa (una lotta tipica sarda), e avere incassato qualche schienamento, Rubio ha decretato il piatto sfida: sa cordha, della coppia Dennis e Quaid.

La ricerca della materia prima, l'intestino della pecora, ha richiesto un po' più tempo di quello che avremmo voluto. Dopo il "quiz" sul cavallo della prima puntata, anche nella seconda c'è stato il momento "allunga il brodo".
Stiamo parlando del siparietto dei tatuaggi con il venerando macellaio sardo: Rubio-Darth Vader - con tanto di inconfondibile respiro - incappucciato che cerca di imparare ad annodare le budella potevano pure risparmiarselo.

 a unti e bisunti 2 Rubio viene

La sfida vera e propria è filata liscia per i due sardi. Cioè, se ti metti a cuocere un piatto locale in un girarrosto elettrico in stile kebabbaro non puoi pretendere di vincere, giusto?
E infatti Rubio ha perso, anche se la sua sa Cordha ha riscosso un discreto successo.

In generale la seconda puntata di Unti e Bisunti 2 è stata piuttosto fiacca, con alcuni momenti abbastanza divertenti. Tipo la colonna di anziani di Villagrande che conduce Rubio dal macellaio, con le mani incrociate dietro la schiena.

Detto questo anche la tappa sarda del programma è stata godibile e Rubio si conferma uno dei cuochi più simpatici della TV. Un po' spaccone ogni tanto ma sempre simpatico.
Se solo togliessero quei momenti un po' forzati...

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV