Il meglio del peggio

Sex toy curioso registra gli audio dei clienti mentre lo usano

Pare proprio che i sex toys abbiano deciso di violare la privacy dei loro “lussuriosi” utilizzatori. Trovate tutti i dettagli nel nostro articolo.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Un vibratore controllato da remoto

Sembra proprio che i sex toys si stiano evolvendo a tal punto da diventare quasi intelligenti. Ce lo racconta un utente di Reddit che si è lamentato di un vibratore, il quale ha registrato la sua sessione di utilizzo, a totale insaputa del cliente.

Le funzionalità del giocattolo per il piacere sarebbero gestite dall’app Lovense Remote, che coordina la vibrazione e i suoni dell’aggeggio. In particolare, nella cartella locale dell’applicazione sono stati immagazzinati ben 6 minuti di registrazione.

Uno dei sex toys troppo curiosiLovense Remote
Uno dei sex toys "curiosi"

Le lamentele non arrivano però da un solo cliente. Molti utenti hanno denunciato la violazione della privacy bella e buona del “vibratore curioso” che, pur avendo il permesso di connettersi a camera e microfono solo per sfruttare la chat annessa all’app, ha invece registrato in memoria quel che accadeva.

Un portavoce di Lovense Remote ha spiegato in tal modo la situazione:

Assolutamente non memorizziamo i file audio degli utenti nei nostri server, ma è necessaria la creazione di un file cache locale per il corretto funzionamento dell’app. La cache dovrebbe poi sempre essere eliminata alla fine di ciascuna sessione, ma per uno sfortunato bug nell’ultima versione di Lovense Remote, ciò non accade. In pratica il file della cache resta memorizzato sul dispositivo fino a che non viene sovrascritto da un altro file.

L’azienda infine fa sapere di aver risolto il problema, ma che non è il primo caso di malfunzionamento. Un precedente si è avuto con il loro stimolatore anale, Lush, il quale presentava una vulnerabilità correlata all’utilizzo del Bluetooth.

Le istruzioni per l'utilizzo di LushLovense Remote
Le istruzioni per l'uso di Lush

Insomma, questi vibratori impudenti vogliono essere sempre più protagonisti della vita degli utenti, fino a perfino registrarli durante le loro piacevoli sessioni hot.

Che Skynet, la letale intelligenza artificiale della saga di Terminator, stia cercando di insinuarsi nella nostra società magari proprio, riallacciandoci al caso dello stimolatore anale, per “vie secondarie” e insospettabili?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV