Il meglio del peggio

Segue il navigatore ciecamente e si incastra, salvato dai pompieri

Un turista 40enne di Milano ha fatto l’errore di seguire per filo e per segno le indicazioni del proprio navigatore, con risultati devastanti!

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

L'auto incastrata

Un turista 40enne originario di Milano, residente a Pavia, mostra gli evidenti limiti dell’affidarsi ciecamente alla tecnologia. L’uomo infatti, in visita sul Lago di Como, a Carate Urio per la precisione, è stato portato in una sorta di trappola mortale dal proprio navigatore!

Il nostro 40enne si è diretto con l’auto in via De Cristoforis, dove vi è una stradina che, dopo circa 200 metri asfaltati, diventa una mulattiera a fondo sassoso e con dei gradoni. Il turista, alla guida della sua Volvo bianca acquistata solo 5 mesi prima, ha continuato la sua avanzata fino a restare rovinosamente incastrato, con la vettura pressata dai muri laterali della strada.

L'auto incastrata fra due muriCorriere della Sera
La trappola in cui è incappato il turista

Alla fine si è arrivati al punto che l’unico modo per uscirne era chiedere aiuto. Dopo ben 5 ore di lavoro dei vigili del fuoco, l’uomo è stato tratto in salvo.

Vista posteriore dell'autoCorriere della Sera
Visuale posteriore dell'auto incastrata

Una cosa è certa, da questa vicenda abbiamo tutti imparato che non è mai prudente seguire il navigatore per filo e per segno, o ci si potrebbe ritrovare letteralmente incastrati!

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV