Il meglio del peggio

No ai calzoncini al lavoro? E allora ci si veste da donna!

In una calda giornata nel Regno Unito, si erge un eroe che combattere contro l'afa e le regole aziendali sui pantaloni lunghi. Il suo nome è Joey Barge e questa è la sua storia.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Il nostro Joey vestito da donna si concede un selfie

Sembra che la singolare protesta dei ragazzini inglesi in gonna, stia facendo proseliti!

In una caldissima giornata a Buckinghamshire, Regno Unito, un ventenne di nome Joey Barge ha deciso di combattere il caldo indossando un paio di rispettabili shorts al lavoro. Sapeva già di andare contro le politiche dell’azienda indossando quei pantaloncini “poco professionali”, ma ha voluto tentare la sorte ugualmente.

Come ci si aspettava, Joey è stato subito rimandato a casa con l’accusa di remare contro le regole di vestiario dell’azienda e con l’ordine di andare a cambiarsi prima di tornare al lavoro. Il ragazzo però non si è perso d’animo e, stando a quanto riportato da Mashable, ha deciso di vestirsi seguendo le norme aziendali, quelle però che regolano l’abbigliamento corretto per una donna!

Nel seguente tweet vedete Joey desideroso di riscatto, che sfoggia un abito femminile.

Barge non pensava affatto di ottenere un risultato positivo dalla sua irriverente presa di posizione.

Infatti i datori di lavoro dopo aver contestato comunque al giovane il colore dell'abito, gli hanno concesso di potersi cambiare e indossare i tanto amati shorts.

Una piccola vittoria per il mondo dei lavoratori, una grande vittoria per il nostro Joey!

Di seguito potete visionare parte dell’email, inviata dall’azienda al ventenne, che sigla ufficialmente la sua vittoria.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV