Il meglio del peggio

Marilyn Manson a Justin Bieber: 'Vola basso, mi arrivi al ca***'

Quando indossi una maglietta con la faccia di qualcuno e poi fai l'arrogante, le conseguenze possono essere imprevedibili, come nel caso della faida tra Marilyn Manson e Justin Bieber.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

I due contendenti

Indossare la maglietta con la faccia di qualcun altro significa generalmente stimarlo, indossarla durante l’esibizione di un concerto vuol dire tributare a quella persona un omaggio. A quanto pare però Justin Bieber è riuscito a ribaltare questo concetto, creando un siparietto esilarante col suo “collega” Marilyn Manson.

Stando a People, tutto è cominciato perché la star canadese aveva fatto parlare di sé per l’aver indossato una maglietta di Marilyn Manson in tour. La t-shirt in questione è diventata talmente parte integrante dell’esibizione di Bieber da essere venduta (a 200 dollari al pezzo) come merchandising ufficiale del cantante, subendo ovviamente le dovute rielaborazioni per non violare alcun copyright.

Justin Bieber in concertoPeople
Justin Bieber in concerto con la maglia di Manson

Fin qui tutto in regola, se non fosse che Manson e Bieber si son poi ritrovati faccia a faccia a Los Angeles e l’incontro non è stato felicissimo.

Racconta infatti il rocker Marilyn:

La prima volta che l'ho incontrato aveva ancora addosso la maglietta con la mia faccia.

Continua poi Manson:

E mi ha detto: 'Ti ho fatto tornare famoso'. Brutta mossa. E' stato un vero pezzo di merda a dirmelo con quell'arroganza. Faceva tanto il compagnone, tipo 'hey fratello', e mi toccava mentre mi parlava. Io ero tipo: 'Vola basso. Mi arrivi al cazzo. Ok? Quindi stai buono.'

Diciamo quindi che l’arroganza di Justin non è andata proprio a genio a Marilyn, nonostante sembrassero ormai amiconi ultimamente.

Justin Bieber e Marilyn Manson abbracciatiPeople
Bieber e Manson in love

Come se non bastasse, Manson si è poi preso anche una piccola vendetta oltre gli insulti:

Il giorno dopo gli ho detto che sarei venuto al suo soundcheck allo Staples Center per fare 'Beautiful People', e lui ci ha creduto, perché è così stupido...

Per quanto riguarda invece l’ingenuità di commercializzare la maglietta con la faccia del rocker come merchandising ufficiale di Bieber, Marilyn afferma che è tutto risolto:

Non abbiamo dovuto nemmeno litigare. Il loro atteggiamento è stato: 'Sì, lo sapevamo di avere sbagliato. Ecco i tuoi soldi...'

Quindi tutto è bene quel che finisce bene. Sarebbe però interessante ascoltare anche la risposta di Bieber quando si parla di "dove riesce ad arrivare" con la sua altezza.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV