Il meglio del peggio

Il folle terrapiattista cancella momentaneamente il lancio

Il nostro Mad Mike Hughes, terrapiattista convinto, è stato costretto a rinviare il lancio per dimostrare che la forma della Terra è piatta. Davvero un peccato.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Mike col suo razzo

Vi avevamo già parlato di Mad Mike Hughes, il folle che sabato scorso avrebbe dovuto lanciarsi sul suo razzo fatto in casa per provare a tutti che la Terra è piatta. Dai media americani ci giunge però notizia della momentanea cancellazione del lancio.

Il motivo? Mike non ha avuto dalle autorità americane i permessi necessari.

Dunque un duro colpo per il nostro autista di limousine 61enne, che doveva lanciarsi col suo razzo raggiungendo una velocità di 800 km/h, percorrendo un totale di 1.6 chilometri dal punto in cui sarebbe avvenuto il lancio. Tale impresa gli avrebbe così permesso di scattare delle foto dallo spazio del nostro pianeta, prove inconfutabili del fatto che la Terra fosse in realtà piatta.

Afferma Mike riguardo alla momentanea cancellazione:

Sono stato contattato dal Bureau of Land Management e mi hanno informato del fatto che non mi avrebbero permesso di effettuare il lancio. Almeno in quella zona di lancio da me scelta.

Il lancio doveva avvenire nel deserto del Mojave, a livello della Route 66. In ogni caso, il lancio non avrebbe portato Hughes così in alto da permettergli di ricavare prove fotografiche della forma piatta del nostro pianeta.

Mad MikeDaily Mail
Il grande Mad Mike

Mike però non si perde d’animo e ha parlato anche dell’eventuale costruzione di un “rockoon”, razzo che effettua il lancio dopo essere stato portato in alto da un pallone aerostatico. In tal modo il razzo di Mike potrebbe raggiungere un’altitudine di ben 109 chilometri, abbastanza per la sua impresa.

Davvero un peccato.

Attendiamo dunque ulteriori sviluppi e facciamo il tifo (si fa per dire) per lui!

E voi che ne pensate? Delusi del rinvio del grande lancio?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV