Il meglio del peggio

Dozzine di sex toys invadono una spiaggia di Pozzuoli

La spiaggia di Licola Mare è stata letteralmente presa d’assalto da dozzine di peni di plastica, ritrovati da alcuni volontari impegnati nella pulizia della spiaggia e inevitabilmente divertiti dalla faccenda.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Una marea di peni di plastica

Una località balneare del Belpaese questa settimana è stata letteralmente presa d’assalto da dozzine di dildo lungo la costa. Stando al Sun, i sex toys in questione sono stati rinvenuti da volontari di un gruppo di pulizia di Licola Mare presso Pozzuoli, in provincia di Napoli. Non è chiaro da dove provengano tutti questi “giocattoli falliformi” ma è possibile che qualcuno li abbia persi da un’imbarcazione, per poi essere stati trasportati dalla corrente sulla spiaggia.

I sex toys ritrovati in spiaggia

La reazione dei volontari alla visione della marea di peni di plastica è stata la seguente:

Quando li abbiamo visti, abbiamo cominciato a ridere perché non riuscivamo a fare altro!

Date le circostanze, un comportamento a dir poco ragionevole. Chi si aspetterebbe di trovare una tale infornata di falli finti nel bel mezzo di una spiaggia?

Umberto Mercurio, presidente dell’associazione di volontariato di Licola Mare, ha affermato che le correnti portano spesso tonnellate di immondizia, per questo i volontari visitano regolarmente il luogo per dare una ripulita.

Un pene di plastica in spiaggiaThe Sun
Un pene di plastica prende possesso della spiaggia

Le autorità hanno deciso di precludere ai bambini l’accesso alla spiaggia, almeno fino a quando non vi sarà la certezza di aver ripulito completamente la zona da tutti quei dildo!

Una cosa è certa: i vibratori, in tutta questa faccenda, rappresentano il male minore, considerando tutta la spazzatura rinvenuta solitamente di cui accennava prima Mercurio. In questo caso però almeno la vicenda è riuscita a strapparci qualche risata.

Il pene di plastica visto da una differente angolazioneThe Sun
Altra veduta di uno degli "intrusi"

Ci si potrebbe magari interrogare sull’entità dell’impatto ambientale di un ammasso di peni di plastica, ma lasciamo il compito di determinarlo agli enti competenti. Forse il ritrovamento di tutti quei peni potrebbe almeno puntare i riflettori sul problema dell’inquinamento.

In ogni caso, facciamo i nostri auguri ai volontari, sperando che non trovino altri giocattoli per il piacere disseminati per la spiaggia in futuro, come ad esempio degli strap-on.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV