Il meglio del peggio

Dodici detenuti evadono usando del burro d’arachidi

Dodici detenuti riescono a fuggire dal carcere della Walker County avvalendosi di un po’ di burro d’arachidi e un pizzico d’astuzia.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

I dodici detenuti evasi

Stando a quanto riportato dal New York Times, ben dodici detenuti sono riusciti a fuggire dal carcere della Walker County, negli Stati Uniti, utilizzando del semplice burro d’arachidi e tanta astuzia.

Com'è stato possibile tutto ciò?

La risposta è tanto semplice quanto improbabile.

Domenica scorsa, intorno alle 18:30 circa, i carcerati hanno utilizzato il gustoso alimento come fosse vernice, per invertire dei numeri impressi sulle porte di alcuni locali interni.

Un barattolino di burro d'arachidiNew York Times
Il micidiale strumento utilizzato per la fuga

In seguito, comunicando attraverso la telecamera, hanno chiesto alla guardia di aprire la via d’accesso alle celle.

Il malcapitato secondino non poteva sapere di stare aprendo in realtà la porta sbagliata.

La banda dei dodici, tutti fra i 18 e i 30 anni, ha dunque sfruttato l’occasione per darsi alla fuga, scavalcando le recinzioni. La furbata escogitata dai detenuti ha avuto però un esito positivo a dir poco transitorio: in poche ore sono stati tutti catturati e rispediti in cella. L’unico uomo che mancava all’appello era il 24enne Brady Kilpatrick, accusato di turbamento alla quiete pubblica, violenza domestica e tentato omicidio, un bel curriculum, vero? Per fortuna è stato anch’egli assicurato alla giustizia.

Brady Kilpatrick, uno degli evasiNew York Times
Brady Kilpatrick, uno dei dodici geni della fuga

Lo sceriffo James Underwood ha così commentato l’accaduto:

Sono criminali che passano tutto il tempo a pensare come fare per fuggire. Le evasioni capitano, e questa volta ci è successo di prendere una cantonata.

E voi cosa ne pensate? Ci riproveranno con la Nutella o i secondini hanno imparato la lezione?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV