Il Gambero Grosso

Stati Uniti, in vendita la cipolla che non fa piangere quando la tagli

Dagli Stati Uniti giungono le Sunions, primo tipo di cipolle che non fanno versare lacrime a chi le taglia. Tutto ciò che devi sapere lo trovi nell’articolo.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Le Sunions

Dagli States arriva la prima cipolla che non fa lacrimare chi la taglia, messa a punto grazie a una collaborazione di scienziati e agricoltori, incrociando diverse varietà di cipolla.

Il suo nome? Sunions!

Un’idea che si propone di salvare i cuochi di tutto il mondo, che spesso si lamentano delle lacrime versate durante il taglio della cipolla!

Sembra una cavolata vero? Allora sappi che tale cavolata è costata decenni di studi e lavoro per la sua creazione, una cipolla buona da tagliare senza piangere, più dolce e delicata, più piccola e croccante di quelle normali, senza retrogusto forte e pungente.

Praticamente non è più una cipolla, ma non resta da fare altro che assaggiarla!

Per chi non ne fosse al corrente, quando ci mettiamo ai fornelli e tagliamo le temute normali cipolle, esse rilasciano un composto volatile chiamato allinasi e dei gas che, a contatto con l’acqua, formano acido solforico che provoca la famosa irritazione agli occhi, quindi il pianto.

Nelle Sunions la quantità di allinasi viene notevolmente diminuita.

Una pubblicità dedicata alle SunionsOddity Central
Senza lacrime e dal sapore dolce!

Curioso che, anche se le Sunions sono state vendute come prime cipolle che non fanno piangere, nel 2015 i giapponesi della House Foods Group avevano già creato una cipolla del genere. Le cipolle giapponesi però avevano subito un trattamento che insospettiva i consumatori, applicando modificazioni genetiche all’alimento. Le Sunions invece promettono di dare risultati soddisfacenti senza alterazione genetica.

Le Sunions vengono prodotte attualmente solo nel Nevada e a Washington anche se la Bayer, società produttrice delle prodigiose cipolle, parla di un’espansione della vendita a breve anche nel Regno Unito.

La domanda che ci si chiede a questo punto è: le Sunions servivano davvero in cucina?

E tu che ne pensi? Correresti a comprarle se venissero vendute anche in Italia?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV