Il Gambero Grosso

Dal Giappone arrivano gli origami da mangiare

Lavorare la pasta è come modellare la carta? A quanto pare sì, perché ora esistono gli origami da mangiare!
Origami commestibili

Chi avrebbe mai immaginato che l'arte giapponese di piegare la carta si sarebbe potuta applicare un giorno alla cucina?

Sì, avete capito bene: adesso gli origami sono una prelibatezza da mangiare!

L'utente di Twitter @key_daisuki ha condiviso sul suo profilo la passione per la cucina, attività che lo lega molto a suo padre.

Di ritorno a casa per far visita al padre, Key ha trovato una sorpresa ad attenderlo: un piatto chiamato shumai, basato sulla cucina cinese. Il padre di Key, uno chef di talento, non si è, però, limitato a presentare il cibo in tavola dopo averne comprato una confezione surgelata al supermercato. No! Ha preparato gli shumai da solo, occupandosi del ripieno di carne e del rivestimento esterno fatto di wonton, un tipo di raviolo cinese.

Una volta conclusa la preparazione, come utilizzare la pasta rimasta? Facile per uno chef abile negli origami! Il padre di Key ha ben pensato di creare delle bellissime gru di pasta fritta.

Poteva Key non pubblicarle su Twitter?

Ecco qui le immagini dell'opera d'arte culinaria!

Seguendo l'esempio di Key e suo padre, un altro utente di Twitter, @grandmariu, ha sperimentato la fusione tra il creare origami e la passione per la cucina, inventando questi ravioli wonton ripieni di fagioli di soia, prosciutto, formaggio, bastoncini di granchio, cipolla, salsa e un mix di verdure.

A quanto pare, la pasta da cucina non è poi così diversa da lavorare e piegare di quanto lo sia un foglio di carta!

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV