Floppy

Yape è il primo robot postino che cammina tra le strade italiane

Le spedizioni della serie animata Futurama vi sembrano un lontano sogno? Niente di più sbagliato: ecco il primo robot postino italiano (e no, non è Bender).

Biagio Petronaci Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Eccolo! Yape, il primo robot postino, è fintamente disponibile.

Elevata scalabilità, qualità nella consegna, garanzia di perfezione e tracciabilità delle spedizioni: questi sono gli obiettivi che l'italiana E-Novia si è imposta quando ha dato il via al progetto del primo robot postino, YAPE.

Una foto dell'interessante automa.
Ecco Yape in tutto il suo splendore.

Your Autonomous Pony Express, questo è il nome completo del robot, è un piccolo automa capace di consegnare pacchi e posta fino ad un massimo di 70 chilogrammi. Dotato di ruote flessibili, telecamera a 360 gradi e sistema di sicurezza, Yape sembra portarci direttamente nel mondo di Futurama, serie animata ideata da Matt Groening.

Il robot può camminare nei marciapiedi delle città ad una velocità di 6 km/h e su pista ciclabile a 20 km/h. La videocamera a 360 gradi assicura una visione totale degli ambienti. Le ruote gli permettono di salire e scendere dai marciapiedi in maniera molto leggera e delicata, evitando danni alla propria tecnologia o alla merce trasportata, e di effettuare le più disparate manovre.

Il punto forte di Yape è la sua sostenibilità, grazie all’emissioni zero. La società si impegna a limitare, se non annullare totalmente, l’inquinamento prodotto dal postino.

I clienti avranno la massima sicurezza: i pacchi verranno ordinati dallo smartphone, tramite una comoda app, e saranno accessibili solo dalla persona indicata. Ogni momento della spedizione sarà rintracciabile grazie all’inclusione di un GPS.

Le abilità di self driving di YAPE consentono al veicolo elevata mobilità negli attuali contesti urbani dove sono necessarie capacità di adattamento alle mutevoli condizioni di traffico e flussi cittadini. YAPE utilizza una rappresentazione digitale aumentata della città alla quale contribuisce l’incessante concorso dei dati e delle informazioni elaborate dagli algoritmi d’intelligenza artificiale. YAPE, elemento chiave della strategia di e-Novia nell’area della Mobility as a Service, è in grado di offrire un servizio di fornitura adeguato agli ambienti urbani moderni e alle richieste e ai bisogni di un’utenza sempre più esigente. 

Queste sono le dichiarazioni di Vincenzo Russi, CEO di E-Novia.

I cittadini di Cremona si sono trovati di fronte alla marcia di questi piccoli robottini. Infatti, la società italiana in collaborazione con Gianluca Galimberti, primo cittadino di Cremona, ha deciso di tastare YAPE in città, continuando di fatto il progetto di limitazione dell’inquinamento portato avanti dal sindaco.

Galimberti ha espresso la sua approvazione e voglia di collaborazione con le seguenti parole.

Cremona è prima città di sperimentazione di un progetto che andrà nel mondo e lo è in virtù del know how, della lungimiranza e della vivacità del polo tecnologico, generatore e catalizzatore di imprese e di progetti sempre nuovi che hanno un respiro internazionale, e di e-Novia. YAPE è un altro esempio concreto della collaborazione che è in atto tra il polo e l’amministrazione comunale.

Un progetto tutto italiano destinato a cambiare per sempre la definizione di spedizione e consegna. Cosa ne pensate?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV