Floppy

Plutone, scoperte dune di metano sulla superficie del pianeta

Il metano viene dallo spazio, un gruppo di ricercatori scopre i segreti del pianeta nano.
Uno scatto della sonda ne horizons del pianeta plutone post.it

Dall'analisi delle prime immagini di Plutone, fornite dalla sonda spaziale New Horizons, sembra che le dune visibili sul pianeta siano in realtà formazioni di metano ghiacciato, noto combustibile diffuso qui sulla terra.

Secondo gli studi dei ricercatori della Plymouth University (Regno Unito), Plutone potrebbe essere il sesto luogo nell'universo in cui trovare il metano dopo la Terra, Marte, Venere, Titano e la Cometa 67P/Churyumov - Gerasimenko.

Il ricercatore Matt Telfer spiega che la superficie di Plutone è geologicamente molto più attiva di quanto si era ipotizzato in un primo momento

Grazie a New Horizons vediamo montagne ghiacciai e ghiaccio in movimento. Nonostante sia molto rarefatta, abbiamo prove di come l'atmosfera stia contribuendo a modificare la superficie di quel mondo, proprio come avviene sul nostro pianeta.

Le dune osservate sulla superficie di Plutone, si trovano alla base di alcune formazioni rocciose perpendicolari ai venti che soffiano sul pianeta. La forma di duna però non viene modellata dai venti, che si stimano molto deboli, ma dalla sublimazione dell'azoto ghiacciato: durante il procedimento di sublimazione, infatti, il passaggio diretto dallo stato solido a quello gassoso tende a generare spinte che smuovono i cristalli ghiacciati.

Nelle ultime analisi delle immagini inviate dalla sonda, gli scienziati hanno ipotizzato che le strutture presenti sulla superficie di Plutone potrebbero non essere vere e proprie dune e che solo il tempo e ricerche più approfondite potranno svelare la verità su Plutone.

Uno scatto di metano dalla sonda New Horizonsfocus.it

Plutone è il più grande tra i pianeti nani del sistema solare, orbita nelle regioni periferiche di quest'ultimo e dista dalla terra 5,3 ore luce, pari a oltre 5 bilioni di metri. La sonda New Horizons della Nasa, lanciata da Cape Canaveral nel Gennaio del 2006, ha raggiunto Plutone a Luglio del 2015. Un viaggio interstellare che oltre alla scoperta delle dune di metano ha portato la sonda e l'umanità a superare un nuovo record: l'immagine scattata alla maggiore distanza dalla terra, 6,12 miliardi di chilometri.

Ammasso stellare di Whishing Wellmedia.inaf.it

Ora New Horizons è tornata in ibernazione, lasciandosi alle spalle i segreti di Plutone e procedendo verso i nuovi misteri dello spazio profondo.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV