Floppy

LIVR, il social network per ubriachi, era una bufala

Già ce li vediamo i burloni che si sono inventati LIVR a ridersela dietro a un bel cocktail: il social network per ubriachi che tanto ha fatto parlare di sé in questi giorni è solo una bufala!

Andrea Sala Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Foto della schermata del social network LIVR

Aveva fatto parlare molto di sé questo nuovo social network chiamato LIVR. L'idea era si potesse accedervi solo con una certa percentuale di alcol in corpo: in pratica LIVR era un social network per ubriachi a diversi stadi, dagli alticci a gente piena fino agli occhi.
Peccato che tutto si è rivelato essere una bufala molto ben congegnata.

LIVR avrebbe dovuto debuttare alla fiera americana SXSW ma questo non è avvenuto, dimostrando quindi la sua inesistenza. Peccato, a noi era piaciuto subito: dopo tutto è vero, le idee migliori (e peggiori) vengono dopo essersi scolati qualche bicchiere.

LEGGI ANCHE: Ci dispiace ma il video dell'hoverboard di Ritorno al Futuro era un (ottimo) falso

Secondo il comunicato di presentazione - finto anch'esso - per accedere a LIVR gli utenti avrebbero dovuto soffiare in un etilometro connesso allo smartphone: se il grado di "intossicazione" da alcol fosse stato abbastanza alto allora l'accesso sarebbe avvenuto con successo.
Perché quelli di LIVR volevano solo persone un uno stato mentale simile.

Col passare del tempo, poi, sarebbe stata richiesta un'altra soffiata perché il corpo umano metabolizza l'acol e la sbronza "scende". E questo non va bene.

L'idea non era male e anche il materiale realizzato per i media era molto credibile, tanto che si è creato un tam tam online davvero straordinario. Per questo l'attesa alla SXSW era alle stelle.

Ci ha pensato Gizmodo a rovinare la festa a tutti, svelando la bufala. LIVR in verità è una creazione del produttore video Brandon Bloch, un professionista che ha lavorato anche per MTV, Ford e altre aziende di un certo calibro.

Il produttore ha rivelato di aver confezionato la notizia proprio per prendersi gioco dei media, che sono sempre pronti a riportare una storia "da scoop" anche senza investigare sulla sua veridicità.
Infatti noi non ne avevamo scritto, yeah!

Ad ogni modo Bloch ha lasciato uno spiraglio per LIVR. L'idea è piaciuta a tantissime persone, così come alcune delle funzioni descritte nel video qui sopra.

Noi sosteniamo LIVR anzi, sarebbe perfetta per le riunioni di redazione. E per conoscere ragazze più "socievoli".

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV