Floppy

Il Wyss Institute di Harvard progetta le RoboApi volanti

Il Wyss Institute dell'Università di Harvard ha progettato le RoboApi, api interamente robotiche in grado di volare e nuotare.
Il modello definitivo di RoboApi

Era il 2013 quando il Wyss Institute dell'Università di Harvard aveva iniziato a lavorare al progetto per la creazioni di api robotiche autonome che sarebbero servite all'impollinazione, alla sorveglianza, a missioni di ricerca e salvataggio, oltre che a monitorare clima e sviluppo ambientale.

Dai primi prototipi, scienziati e ricercatori hanno modificato il prodotto, che prima era semplicemente in grado di sollevarsi e volare tramite "muscoli artificiali".

Prototipo di RoboApe progettato a HarvardCopyright Wyss Institute at Harvard University
Un prototipo di RoboApe progettato a Harvard nel 2013

Ora le RoboApi pesano 175 milligrammi e sono in grado, non solo di volare, ma anche di immergersi e uscire dall'acqua. Con un peso simile, tuttavia, è stato necessario dotarle di un razzo combustibile, in modo da dare alle api la spinta necessaria per poter uscire dall'acqua.

L'interno dell'ape, infatti, è ripieno di un gas infiammabile che fa assumere all'ape una traiettoria balistica.

Un modello di ape roboticaCopyright Harvard School of Engineering and Applied Sciences

Per essere adattato a queste esigenze, l'ape robot è stata riprogettata, con l'aggiunta della camera centrale ripiena di gas e quattro sporgenze che potrebbero essere definite come dei galleggianti.

Non ci sono sensori o sofisticati sistemi di guida, e sono assenti ancora alcune funzioni previste, come, per esempio, l'impollinazione delle colture.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV