Floppy

I videogame peggiori del 2017

Il 2017, considerato da giocatori e critici come l'anno d'oro dei videogames, è stato costellato di indimenticabili successi ma anche scottanti delusioni. Di seguito puoi goderti tutti i titoli più schifosi dello scorso anno, derisi con cattiveria unica.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Una delle stupende animazioni di Mass Effect: Andromeda

Il 2017 è stato considerato da molti come l’anno d’oro dei videogames. Da Horizon: Zero Dawn a The Legend of Zelda: Breath of the Wild, da Nioh ad Uncharted: L’Eredità Perduta per finire con Resident Evil 7: Biohazard, i giocatori di tutto il mondo non hanno davvero nulla di cui lamentarsi, o quasi.

Un’annata davvero eccezionale quella che ci siamo lasciati alle spalle, ma non perfetta, perché il 2017 presenta anche parecchie pecche e delusioni dal punto di vista dell’intrattenimento videoludico, roba di cui gli sviluppatori dovrebbero veramente vergognarsi. Divertiamoci insieme a vedere quali sono i giochi più schifosi dello scorso anno e, perché no, ridiamone senza ritegno!

Rugby 18

Una scena di Rugby 18PlayStation
Ma quant'è brutto sto gioco!

Probabilmente una delle peggiori simulazioni sportive della storia dell’uomo, edita da Bigben Interactive. Migliore del precedente Rugby 15 (ci voleva poco), talmente piacevole da giocare che chiunque preferirebbe sbattere ripetutamente la testa contro il muro che farci una partita. Ogni piccolo dettaglio di Rugby18 è un’offesa a ogni centesimo profuso per il suo acquisto. Mi fermo qui altrimenti divento veramente cattivo.

Tokyo Tattoo Girls

Un'immagine di Tokyo Tattoo GirlsPlayStation
Immagine che si commenta da sola

Se la PlayStation Vita è morente, lo deve anche a titoli del genere. Una Tokyo post-apocalittica dove delle eroine riescono a ottenere dei poteri speciali grazie ai propri tatuaggi. Uno spunto interessante, vero? Scherzavo, è terribile e lo è tutto il gioco, uno strategy game con una storia a metà che offre davvero poco da fare ai giocatori. Personaggi strani (in senso negativo), narrazione povera e gameplay non pervenuto. Il 2017 avrebbe potuto farne a meno.

Dying: Reborn

Un'immagine di Dying: RebornPlayStation
Terrificante...

Videogame horror adventure che offre alcuni enigmi interessanti e... no basta, il resto fa davvero ribrezzo. Dying: Reborn presenta anche una versione apposita per il VR, ancora peggiore dell’originale e con contenuti ridotti. Pochi spaventi, anche qui una trama degna di un film di Michael Bay e, soprattutto, il modo in cui si prende sul serio che non ci crede neanche chi ha realizzato il gioco. Mi spiace per chiunque l’abbia comprato, veramente.

Randall

Un'immagine di RandallPlayStation
Randall è veramente immondizia!

Hai presente i platformer fatti bene? Randall non è fra quelli! Il protagonista è un telepate tenuto prigioniero da una dittatura totalitaria. Tutti i recensori, me incluso, sono concordi nel definirlo, brutto, brutto ma veramente brutto, oltre a essere noioso e stupido. Lento come se stessismo giocando a un videogame per tartarughe nei panni di una lumaca, storia non pervenuta e boss fight indefinibili.

Compralo e come unico risultato avrai buttato dei soldi.

Road Rage

I personaggi di Road RagePlayStation
Una manica di minchioni motorizzati pronta ad annoiarvi

Road Rage è un videogame open-world, farcito di combattimenti fra motociclette, pieno di bug. Il gioco è frustrante e sia critici che giocatori avranno provato veramente tanta rabbia dopo essersi resi conto del tempo e del denaro persi dietro a tale obrobrio. Alla larga! Non voglio sprecare altre righe per questo surrogato di gioco.

Destiny 2

Un'immagine di Destiny 2PlayStation
Uno dei personaggi più insopportabili di Destiny 2

Va detto, Destiny 2 può aver venduto tutte le copie che vuole, può avere una comparto estetico notevole e all’inizio, ma dico all’inizio, rischia pure di divertirvi qualche volta, ma dopo qualche ora scopri la verità. Uno sparatutto open-world noioso, tutto marketing (la pubblicità almeno era bella) ma pochissima sostanza. Buchi di trama enormi che neanche Batman v Superman, attività in multiplayer che si riducono a fare sempre le stesse 2 o 3 cose e nient’altro e una campagna che fa piangere, dove sarete alle prese col fratello brutto e scemo di Darth Vader.

Dopo l’ottimo Destiny, ci si aspettava veramente di più dal suo sequel. Serve sapere altro?

Vroom in the Night Sky

Un'immagine di Vroom in the Night SkyNintendo Switch
Uno schifo immane

Vroom in the Night Sky è la prova che gli sviluppatori spesso non provano i giochi appena realizzati. Sbrigano solo tutte le pratiche burocratiche necessarie e il disastro è pronto per essere immesso sul mercato. Vestiremo i panni della protagonista Luna alla guida di una motocicletta volante. L’unico scopo del gioco? Raccogliere delle stelle e divertirci un mondo! Tutto molto bello, ma gli unici a divertirsi saranno stati gli sviluppatori a pensare a tutto il danaro sottratto ai poveri giocatori.

Un vero e proprio furto legalizzato nella storia dei videogames!

Mass Effect: Andromeda

Un'immagine di Mass Effect: AndromedaBioWare
Un'occasione sprecata...

Come rovinare la memoria di una saga epica come quella di Mass Effect? Semplice, comprate al Day One Mass Effect Andromeda! Animazioni imbarazzanti (avete presente alcuni fra i mostri orripilanti di Silent Hill, scoordinati quanto temibili? Si muovono con maggior grazia...), missioni ripetitive, checkpoint messi a caso che vi tireranno fuori a forza gli insulti dalla bocca.

Una tristezza infinita, un vuoto incolmabile nel cuore dei fan di Mass Effect. Scendono le lacrime solo a pensarci.

Blue Reflection

Le protagoniste di Blue ReflectionKoei Tecmo
Da cavarsi gli occhi!

Gust Corporation in collaborazione con Koei Tecmo è riuscita a realizzare questo aborto videoludico. Come disonorare Sailor Moon e Puella Magi Madoka Magica in un colpo solo, questa è la definizione appropriata per Blue Reflection. Sceneggiatura da applausi, applausi fatti dietro la nuca degli sviluppatori con dei ferri da stiro incandescenti però, impugnandone uno per mano, mi raccomando, o potrebbero salvarsi! Aggiungiamo delle animazioni legnose, un character design non pessimo ma abbastanza dimenticabile e una difficoltà imbarazzante con nemici che si tagliano con un grissino.

Ah, la colonna sonora non è malaccio, ma non salva un titolo schiacciato violentemente dalla noia.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV