Floppy

I Transformers del MIT sono origami di metallo

Dal MIT arrivano i Transformers di origami, robot in grado di adattarsi all’ambiente esterno tramite delle vere e proprie trasformazioni.

Danilo Abate Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

I prodigiosi robot a forma di origami

I robot hanno sempre fatto parte dell’immaginario collettivo, dai letali Terminator di James Cameron ai Transformers di Michael Bay. Ci pensa però il Laboratorio di Informatica e Intelligenza Artificiale del MIT a rendere reali, almeno in parte, le nostre fantasie robotiche, grazie ai robot a forma di origami!

I robot in questione, stando a The Verge, sono fatti di piatte lamine di metallo o plastica, che hanno la capacità di ripiegare il proprio esoscheletro a formare dei mezzi di trasporto capaci di camminare, arrampicarsi e persino nuotare. Certamente c’è tanto da lavorare per raggiungere gli standard qualitativi di Bumblebee, ma vedere in azione questi gioiellini di ingegneria elettronica è un qualcosa di spettacolare.

Nel filmato abbiamo visto in azione Primer, macchina in miniatura a forma di cubo che fa da base per tutte le trasformazioni. Il Primer è un micro robot che “si schiude come un fiore” in un minuto circa, se a contatto con una fonte di calore. Le lamine che lo costituiscono si piegano a una temperatura di 65 gradi.

Il risultato è un robot di lunghezza di poco inferiore ai 2 centimetri, dal peso di un terzo di grammo e dalla velocità di movimento di 4 centimetri al secondo.

Il robot origami con la forma di una barcaMIT
Il nostro robot origami assume la forma di una barca

Il prodigioso cubetto è in grado di adattarsi a degli appositi esoscheletri di metallo e diventare ad esempio un'imbarcazione o un aliante. Il cubo Primer è magnetico e quindi può essere controllato da remoto utilizzando dei campi magnetici. Il nostro piccolo robot può persino indossare più esoscheletri combinando le loro abilità e può “svestirsi” di essi vibrando per circa un minuto.

Afferma Daniela Rus, leader del progetto:

Con questo tipo di metamorfosi possiamo aumentare le capacità di un solo robot mettendogli a disposizione differenti accessori per adattarsi a diverse situazioni.

Continua poi Daniela:

Perché aggiornare un intero robot quando puoi aggiornare solamente una parte di esso?

Ovviamente, le possibilità che può offrire una ricerca basata su questo tipo di robot sono infinite. Delle macchine del genere potrebbero essere controllate da remoto per una spedizione nelle profondità del mare o per costruire delle colonie spaziali.

Il robot origami ha assunto la forma di una ruotaMIT
Il robot origami assume la forma di una ruota

A dir poco affascinante, e pensare che il prototipo è costato solamente 100 dollari!

Che ne pensate? Ci farete un pensiero?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV