Floppy

I ricercatori del MIT hanno realizzato le piante fosforescenti

Un gruppo di ricercatori del MIT ha realizzato delle piante che brillano al buio e che potrebbero sostituire la luce elettrica.

Giulia  Greco Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Le piante che brillano al buio

Le piante sostituiranno la luce elettrica? Una bella domanda che alcuni ricercatori del MIT si sono posti e a cui hanno cercato di dare risposta affermativa. Un team di studiosi, infatti, è riuscito a dare vita a delle piante fosforescenti utilizzando l’enzima che fa brillare le lucciole.

Con questo espediente si spera che sarà possibile, un giorno, realizzare una pianta che sostituisca una lampada. Si tratta quindi di un esperimento che ha a che fare col risparmio energetico. Queste piante fosforescenti sarebbero cruciali in tal senso, perché potrebbero utilizzare la propria energia per illuminare alcuni luoghi dopo il calar del sole.

Anche se fino a ora gli scienziati sono stati in grado di ottenere buoni risultati su rucola, cavolo, spinaci e crescione, si spera di ottenerne di migliori, lavorando in un futuro prossimo allo stesso modo anche sui normali alberi. 

Uno dei professori del MIT, Michael Strano, ha spiegato che:

L’obiettivo da realizzare è quello di creare una pianta che funzioni come una lampada da scrivania, una lampada che non è necessario collegare. Il metabolismo della pianta stessa funge da fonte di energia.

Ciò che bisogna curare è il tempo di resistenza di queste piante: fino a ora, infatti, il team di ricercatori è riuscito a farle brillare per circa 3 ore e mezza. A ciò si deve aggiungere che l’illuminazione emessa dalle piante non è sufficiente. Stando a quanto detto dagli studiosi, infatti, è solo un millesimo di quella necessaria alla lettura.

La strada per sostituire una lampadina con una pianta fosforescente è ancora lunga.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV