Floppy

Google elimina i CAPTCHA in favore di un sistema invisibile

Google ha ideato un nuovo sistema invisibile per eliminare i superati CAPTCHA: niente più domande e quiz per dimostrare la propria identità di essere umani.

Rina Zamarra Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Un pc portatile con una pagina web di un controllo CAPTCHA

Quante volte ti è capitato di inserire lettere e numeri per dimostrare di essere un uomo e non un bot? Ebbene, Google ha deciso di mandare in pensione i CAPTCHA e di adottare un nuovo sistema definito Invisible reCAPTCHA

Una intelligenza artificiale gestirà una serie di algoritmi per monitorare parametri come il click del mouse, il comportamento di navigazione o l'indirizzo IP, determinando così l'identità robotica o umana degli internauti. 

Tutto avverrà senza che tu, povero utente, debba più fare cose come: selezionare tutte le foto con gli alberi o individuare le immagini di un gattino e di un tacchino!

Pagine web con Sistema CaptchaDaily Mail

Il nuovo sistema è frutto di una lunga sperimentazione, iniziata con l'acquisizione di una start-up impegnata nella digitalizzazione della biblioteca dell'Università Carnegie Mellon di Pittsburgh. 

I ricercatori universitari digitalizzavano i testi della biblioteca usando un sistema OCR, riconoscimento ottico dei caratteri

L'OCR però produceva delle parole dubbie e, per risolvere il problema, furono usati i CAPTCHA. Nel 2008, il sistema ideato dai ricercatori della Carnegie Mellon era arrivato a riconoscere 4 milioni di parole al giorno.

L'anno successivo, Google acquisì la startup per poter sviluppare l'algoritmo alla base del riconoscimento delle parole. Proprio quell'algoritmo è diventato il cuore di Invisible reCAPTCHA.

La versione beta è stata lanciata lo scorso novembre 2016 e da oggi il sistema è integrabile in blog, siti e portali.

Google stessa ha creato una pagina di presentazione con tanto di video.

Al momento, i CAPTCHA sono in una fase di pre pensionamento in attesa di capire se possono essere messi definitivamente a riposo. Se il sistema invisibile non dovesse riuscire a distinguere un umano da un bot, compariranno infatti le solite domande. Google spera però di poter perfezionare la nuova modalità al punto da evitare totalmente i vecchi quesiti in stile CAPTCHA

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV