Floppy

A mortician's tale, il videogioco per becchini virtuali

Avete mai sognato di diventare impresari di pompe funebri? Sì? Allora A Mortician's Tale è il gioco che fa al caso vostro.

Mario Spagnoletto Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Una gif di A mortician's tale

Esistono canzoni che parlano di morte, film, libri e giochi. Ma avevate mai pensato di impersonare un impresario di pompe funebri in un videogioco? Se ci avete pensato A Mortician's Tale è il videogioco indie che fa per voi! 

A Mortician's Tale, uscito il 18 ottobre per PC, parla di Charlie, un impresario di pompe funebri alle prime armi. Ogni mattina il suo capo, con dei messaggi di posta elettronica, dà indicazioni su come i clienti vogliono che i corpi dei propri cari defunti vengano predisposti. Charlie riceverà quindi email del genere "Oggi il funerale è per una donna morta di cancro al seno. Solo una cremazione standard", e subito si prepara per la cremazione. Charlie assiste anche a tutti i funerali, ascoltando conversazioni banali e porgendo le sue condoglianze.

Ma non sempre le cose sono così semplici: in un occasione il capo di Charlie, ha inviato la nota di un padre il cui figlio si è suicidato. Anche se la volontà del ragazzo era di essere cremato, il padre ha ordinato alle pompe funebri di ignorare la volontà del figlio. Starà a Charlie decidere cosa fare. Un'altra volta, Charlie deve rimuovere un peacemaker da un corpo che sta per essere cremato, in modo da evitare un'esplosione.

Una gif presa dal gioco

Charlie, oltre che col suo capo, scambia email regolarmente con la sua migliore amica, che lavora con i cadaveri ad un museo. C'è anche Matt, il collega di Charlie, l'uomo che trasporta i cadaveri. Si scambiano spesso email in cui si organizzano per una birra dopo il lavoro.  

Dopo qualche minuto di gioco non sembra più che stiamo lavorando su un cadavere, sembra quasi un gioco di cucina. Quando è il momento di imbalsamare un corpo che Matt ha consegnato, il giocatore sceglie una spugna, batuffoli di cotone, ago e filo, e altri attrezzi del mestiere da un menù e li trascina nelle varie zone del corpo.

La cosa sorprendente sono i vari modelli di conversazioni che possiamo notare ad un funerale. C'è chi bisbiglia, chi consiglia cosa guardare su Netflix e chi preferisce fare una passeggiata meditativa.

Una gif del gioco

Il termine A Mortician's Tale (storia di un impresario funebre) parla soprattutto dell'accettazione della morte, mostrando i diversi atteggiamenti, usi e costumi con cui la gente ci si interfaccia. 

Perché il gioco è così suggestivo? Nella sua rinfrescante brevità, A Mortician's Tale è un successo in quello che si propone di realizzare. È del tutto piacevole e sempre istruttivo, anche nei momenti più banali. Un gioco che suscita sentimenti oscuri, ma che fa riflettere. Ci giocherete?

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV