Floppy

A Dubai la città creata per simulare la vita su Marte

Si chiama Mars Science City ed è la città che il governo degli Emirati Arabi Uniti sta progettando per simulare la vita su Marte e contribuire al programma Marte 2117.

Giulia  Greco Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Il progetto Mars Science City

Il sogno di colonizzare Marte è sempre più vicino all'essere realtà.

L'ultima news a riguardo arriva da Dubai, famosa per lo sperimentare progetti ambiziosi, costosi e a volte anche assurdi. Ora, nel deserto della ricca città è in costruzione un prototipo di colonie marziane,

un modello realistico che simuli la vita sul pianeta rosso.

L'annuncio della realizzazione del modello arriva a pochi giorni di distanza da quello di Elon Musk, che ha mostrato come prevede di colonizzare Marte entro il 2024. L'idea di Musk prevede di utilizzare dei nuovi razzi per trasportare la gente su Marte e installare colonie di terrestri sul pianeta.

I BFR porteranno gli umani su Marte

I razzi si chiamano BFR, o Big Fucking Rockets, e saranno utilizzati non solo per colonizzare Marte, ma anche per creare basi terrestri sulla Luna.

Mars City Opposite of Earth. Dawn and dusk sky are blue on Mars and day sky is red.

A post shared by Elon Musk (@elonmusk) on

Si prevede che il governo degli Emirati Arabi Uniti spenderà 140 milioni di dollari per creare i quasi 600 chilometri quadrati necessari per finanziare il progetto chiamato "Mars Science City".

Al timone dell'iniziativa c'è l'architetto danese Bjarke Ingels, che ha già abbozzato i primi progetti.

L'architetto Bjarke Ingels ha abbozzato i primi progetti

Il piano fa parte del programma "Marte 2117", che si propone di riuscire a costruire il primo insediamento terrestre su Marte entro 100 anni.

La città nel deserto sarà fornita di laboratori per il cibo, per l'energia, e per l'acqua che verranno usati per testare e studiare l'agricoltura di sussistenza una volta che i coloni si saranno insediati su Marte.

L'interno della Mars Science City

Sheikh Mohammed bin Rashid, primo ministro degli Emirati Arabi Uniti, ha così commentato:

Il nuovo progetto rappresenta un passo avanti nel contributo che gli Emirati Arabi danno allo sviluppo scientifico mondiale; vogliamo essere un esempio e motivare altri a partecipare e contribuire affinché l'umanità si faccia largo nello spazio.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV