Una Volta all’anno - Attimi - dall'8 marzo a Napoli... Prossimamente solo su FlopTV

A pochi giorni dalla mobilitazione delle donne che la scorsa settimana hanno partecipato alla manifestazione "se non ora quando" - organizzata in tutto lo stivale per far esprimere la forza e la determinazione dell'ex sesso debole - FlopTV entra in campo con un documentario che racconta un punto di vista glocale: Una Volta all’anno - ATTIMI - dall'8 marzo a Napoli.
Via i mariti e liberi dai figli, le matronille partenopee si apprestano al loro grande momento.
È l’8 marzo le mimose invadono la città, agli angoli delle strade sulle bancarelle, ai semafori con gli ambulanti. Nei ristoranti pullulano le prenotazioni per la gran serata, tutti, anzi tutte, vogliono partecipare alla festa. Una serata senza “pensieri” in un “bunga bunga” neomelodico di assoluto livello. Altro che commemorazione del gruppo di operaie che nel 1908 persero la vita nell’incendio insorto all’interno dell’industria tessile newyorkese nella quale stavano scioperando (Tra di loro vi erano molte immigrate, tra cui anche delle donne italiane. L'8 marzo quindi assunse un'importanza mondiale, diventando il simbolo delle vessazioni che la donna ha dovuto subire nei secoli).
L’8 marzo a Napoli è una giornata di grande festa per il gentil sesso, le donne “impazziscono per una notte” e se ne fregano di tutto e di tutti, il loro unico obiettivo è il divertimento e le loro conquiste sociali, politiche ed economiche passano in secondo piano rispetto alla celebrazione dell’amore
che aleggia sulle note della popular music made in Naples: una composizione di brani raffinati e di grande emozionalità interpretati da Alessio, Raffaello, Gianluca, La Divina e Annalisa. Sono loro i cantanti in voga in questo periodo. Spetta a loro correre da un ristorante all’altro, cantare e andare via, giusto il tempo di regalare un momento di caotica allegria. Solo su FlopTV - Una Volta all’anno - ATTIMI - dall'8 marzo a Napoli - vuole raccontare la vitalità delle persone, delle donne, nel giorno dell’anno che il calendario gli dedica.

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV