Alteregay: Da numero zero a numero uno su FlopTV

Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Bei tempi erano quelli nei quali FlopTV vi spronava a proporre, produrre e partecipare al più coraggioso contenitore di humor virtuale (continuate a farlo!). Numerosi e curiosi sono i pezzi unici, le puntate pilota e le frattaglie varie, insomma la moltitudine di idee selezionate dalla giuria di incompetenti creata ad hoc per questo. Una la prescelta per la messa in opera!

Da numero zero a numero uno è Alteregay lo show benedetto da  FlopTV che si è aggiudicato l’opportunità di realizzare un’idea nata dallo scatenamento dei cervelli di Lucio Lepri - autore e regista, direttore della fotografia, operatore e montatore - e Simone Bonacci, autore e attore protagonista in Alteregay. Con il supporto di FlopTV e grazie alla Fargo Entertainment - la società di produzione fondata da Luisa Porrino e Ilaria Stivali - nel 2010 nasce Aldo Pinoli, il personaggio protagonista contemporaneo di Alteregay, da oggi online su FlopTV.


Aldo Pinoli ha trent’anni, è rimasto orfano all’età di 8 e da allora è stato allevato secondo valori cattolici dalla nonna. La vecchia, che ha lasciato il marito musicista dopo averlo sorpreso a letto con un uomo, da sempre tormenta il nipote col suo odio per gli omosessuali. Così, per la paura di essere anche lui un “delinquente malato e pervertito” e di perdere l’affetto della nonna, Aldo cresce col terrore di essere gay. Aldo ha un animo gentile, dolce ed ingenuo, perciò le persone gli danno sempre del “frocio”; questo ha alimentato la sua ipocondria sessuale tanto da fargli sviluppare un doppio psichico, un alter ego mentale palesemente gay e del tutto disinibito che lo tormenta con pensieri folli e lo mette in imbarazzanti difficoltà. Oltre a ciò, Aldo ha continue visioni della madre, amorevole e tollerante, che gli appare nelle condizioni più impensate, e di quando in quando visita la tomba dei genitori, coi quali intraprende assurde conversazioni, immaginandosi di nuovo nella casa della sua infanzia. La ricostruzione è distorta dal suo inconscio e dai suoi ricordi sbiaditi di bambino. Nonostante tutto, però, Aldo ha uno spirito giocoso, ha in qualche modo l’aria del “furbacchione” e nutre il sogno di realizzarsi come attore comico. Da circa un anno vive da solo. Ha lasciato casa della nonna e finge di essere fidanzato per non destare sospetti. Lei lo chiama ogni giorno perché vada a trovarla con la ragazza, ma lui evita l’incontro con le scuse più improbabili. Nel corso degli episodi, Aldo conoscerà il Maestro (in apparenza un borgataro volgare e disonesto) e grazie a lui (unica persona in grado d'interagire col suo alterego) cambierà il proprio essere: anziché  preoccuparsi della propria sessualità, inizierà ad occuparsi degli aspetti più importanti della sua vita quali il lavoro, le relazioni umane e la stima di sé. Grazie a questa evoluzione interiore, Aldo domerà il proprio alterego. Sarà capace di vedere quelli degli altri e utilizzerà questa sua dote per mostrare alle persone la loro vera natura. Sarà finalmente felice e realizzato. La sua storia drammatica e allo stesso comica in stile FlopTV si concluderà con un colpo di scena dopo dieci complessi e imperdibili episodi… online ogni venerdì su FlopTV!

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Ti potrebbe interessare anche:

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV