Panchinari: Su FlopTV il Bufalo gioca in panchina

Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Dopo il caso esemplare di  Scrocchiazeppi che, spogliatosi dai panni da delinquente in Romanzo Criminale ha indossato la maglietta gialla di Schizzo per risolvere al telefono ogni qualsivoglia problema altrui, speravamo che FlopTV avesse un’azione purificatrice nei confronti dei suoi talent, spietati in tv, ironici online. Ci sbagliavamo, ci siamo illusi e il Bufalo ne è la dimostrazione. Andrea Sartoretti - l’attore romano che interpreta il personaggio - era criminale impulsivo e fuori di testa nella serie sulla Banda della Magliana raccontata da SKY, e pericoloso e irruento anche in Panchinari, la nuova mini sit-com di FlopTV, dove interpreta Sezzu, un calciatore. Insieme ai suoi colleghi, l’anima del Bufalo - con quella evidente cadenza virata molto più a sud di Roma Sud – vive in panchina, dove si svolgono tutte le avventure della squadra incorniciate fra il manto erboso, i cori del pubblico e il rumore sordo degli shot dei giocatori. Siamo nella serie A italiana, dove una squadra di fantasia (lo Sporting) è neo-promossa e si cimenta contro formazioni del calibro di Juventus, Milan, Inter e Roma. In ogni puntata si gioca una partita, che non si vive seguendo la palla bensì i piccoli flash comici dei “panchinari”. Fra di loro c’è un altro volto strappato a Romanzo Criminale, quello di Edoardo Pesce che in Panchinari interpreta Felici, il figlio del macellaio dei macellai. Uscendo un po’ dai confini della capitale, si riconosce il dialetto fuoriporta dell’attore nato a Tivoli - Augusto Fornari -  detto il Capasanta. Impiccione, chiacchierone, banalone e bravissimo a fare figuracce con il re nero dei goal Zè Sergio (Teka Ganga) e quello gay, Menegazzo (Gianni Federico). Intenerisce l’entusiasmo di Criscuolo, il romantico partenopeo, interpretato dal giovanissimo Antonio Ianniello e fa sorridere la leggerezza dell’allenatore Marini (Gian luca Belardi)  che di calcio non ci capisce nulla. Gli argomenti trattati dai protagonisti, pur prendendo spunto da temi calcistici, sono i più disparati: le storie sentimentali, i problemi familiari, le piccole cose quotidiane e, più in generale, i disturbi psichici di difensori ed attaccanti. C’è una unica pecca: la serie si esaudisce in due episodi… solo su FlopTV!

 

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Altro su #Andrea Sartoretti

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV