Torino avvista Babbala... e il Ragazzo idiota.

Autore:

Pubblicato: | Aggiornato:

Mercoledì 30 Maggio 2012, Maccio, Ivo ed Herbert - che presenzieranno al ciclo di incontri sulla serialità cinematografica e televisiva organizzato presso la 
Bibliomediateca "Mario Gromo" del Museo Nazionale del Cinema di Torino, in collaborazione con il DAMS - presenteranno in anteprima nazionale ' Babbala e il Ragazzo Idiota ', la nuova serie di FlopTV che in autunno sarà online.

Dieci episodi che hanno per protagonisti uno scimmione (Maccio Capatonda), un idiota (Herbert Ballerina) e un busto umano (Ivo Avido).

L’avvincente storia vede Herbert Ballerina nei panni di un giovane dall’espressione non proprio sveglia il quale si ritrova ad affrontare mummie, alieni, una donna cesso e molti altri scagnozzi del terribile Busto Arsizio, che per metà corpo è interpretato da Ivo Avido. Per fortuna il primo, demente e pauroso, ha una super amico dalla sua parte o meglio, una montagna di peli che nasconde un cuore d’oro, quello di Maccio Capatonda.

La similitudine con lo sasquatch, momo o piedone di Harry e gli Henderson - la serie tv degli anni ‘90 ispirata a sua volta al film Bigfoot e i suoi amici (1987) - è commovente, per non parlare della dolcezza di Babbala sempre pronto a intervenire al richiamo del suo protetto.

Babbala combatte contro i nemici rischiando la sua stessa vita pur di proteggere il Ragazzo idiota.
Il suo tempismo riuscirà a salvarlo fino all’ultima puntata? 

Non possiamo svelarvelo ora ma vi invitiamo  a vedere i due episodi della serie che verranno proiettati il 30 maggio 2012 presso la Bibliomediateca del Museo Nazionale del Cinema di Torino.

L’occasione sarà lieta anche per conoscere dal vivo Maccio, Gigi e Ivo, il cui intervento continuerà con la presentazione dei più grandi classici prodotti dalla Shortcut, la loro casa di produzione: 'L'uomo che usciva la gente', 'La Febbra', 'L'italiano medio', ma soprattutto 'Piccol' e 'Drammi Medicali'.

Durante la discussione, indetta alle 20.30, gli autori spiegheranno il processo produttivo ed evolutivo dei vari video, ovvero come l'idea principale si sviluppa nella produzione e in ultimo nella realizzazione del video, lasciando ampio sfogo alle domande e agli interventi del pubblico per spiegare come, anche la comicità più semplice come quella non sense, richieda impegno e approfondimento.

Bibliomediateca Mario Gromo
Via Matilde Serao, 8A
h 20.30

Ti è piaciuto questo post? Votalo!

Altro su #Maccio Capatonda

Iscriviti alla newsletter di FlopTV

Riceverai il meglio del nostro peggio anche via email!

Iscrivendoti acconsenti alle condizioni d'uso di FlopTV