Maccio Capatonda

#Maccio Capatonda la biografia

Marcello Macchia noto ai più come Maccio Capatonda nasce a Vasto, in provincia di Chieti, in Abruzzo, nel bel mezzo dell'estate del 1978, per l'esattezza il 2 agosto.
Dalle fiction di altissimo livello arrivando alla pubblicità regresso passando attraverso trailer di film e storie di vita vissuta, Maccio si avventura nel fantasmagorico mondo del web e della televisione (a colori).

L'amore di Maccio per il video inizia già durante l’infanzia, dopo la visione del film “Ritorno al Futuro”. A 9 anni suo nonno gli regala la sua prima videocamera e Marcello comincia a raccontare il mondo in un modo tutto suo. Fino a sedici anni gira con i suoi amici diversi cortometraggi e mediometraggi horror.

Dopo aver frequentato il Liceo Scientifico si iscrive alla facoltà di Tecnica Pubblicitaria a Perugia dove si laurea nel 2001. Sempre nello stesso anno decide di trasferirsi a Milano e comincia uno stage come aiuto regia e assistente di produzione in Filmmaster, una delle principali case di produzione milanesi. Durante questo periodo ha l’opportunità di sperimentarsi come filmmaker: nascono così i suoi primi lavori, già evidentemente "suoi". Non mancano le parodie più assurde, i giochi di parole più bizzarri e il tanto amato nonsense.

Fondatore di una casa di produzione a Milano con Enrico Venti (la celeberimma Shortcut Production) , collabora con Mai dire Lunedì, Mai dire martedì, All Music Show, Tatami, Ma anche no su La7, lo Zoo di 105 e ovviamente FlopTV.

Nel 2013, dopo mille peripezie ed esperimenti psico-sociali, approda ad MTV con la serie tv Mario dove si scatena fra Oscar Carogna, Ippolito Germer e Piero Peluria.

Tantissime frasi dette o cantate dai personaggi di Maccio sono diventate dei tormentoni.
Quali?
Beh, per esempio, ne La Febbra il leggendario "Dottore... ho la febbra" che è entrato ufficialmente nel linguaggio comune di tutti i fan di Maccio (soprattutto quando si sentono un po' malaticci) oppure il classico "E se poi te ne penti?" in Padre Maronno.
Tratto da Il sesto scemo l'immortale "Vedo la gente scema..." e "C'ho probblemi".

A partire dal 2009 qui su FlopTV Maccio ha lasciato delle perle di straordinaria bellezza:

Notizie

Tutte le notizie

Video

Tutti i video